La Ferrari di Sebastian Vettel – Getty images
in foto: La Ferrari di Sebastian Vettel – Getty images

Spa e Monza sono ormai alle spalle, il presente si chiama Singapore, quindicesimo appuntamento della stagione di Formula 1, ma all'orizzonte ecco arrivare il GP di Russia: subito dopo la trasferta asiatica, infatti, le scuderie del mondiale si trasferiranno a Sochi per disputare la gara in terra russa. Un tour de force, quello al quale saranno costrette Ferrari, Mercedes e tutte le altre che obbliga i team a programmare con molto anticipo non solo gli spostamenti, ma anche la strategia gomme, sempre più importante in ottica gara.

Ferrari e Red Bull aggressive, Mercedes gioca in difesa

Come reso noto dalla Pirelli, infatti, i team del mondiale hanno effettuato le proprie scelte in vista della trasferta di Sochi con Ferrari e Red Bull all'attacco della Mercedes: sia Charles Leclerc sia Sebastian Vettel, infatti, hanno optato per 9 treni di gomme Soft, 3 di Medium e 1 solo di Hard proprio come Max Verstappen e Alexander Albon. Una scelta, quella dei quattro piloti, che si differenzia dai rivali delle Frecce d'argento in quanto Lewis Hamilton e Valtteri Bottas si presenteranno all'appuntamento con 8 set di Soft – unico team a farlo – e 4 Medium per l'inglese accompagnate da una Hard mentre il finlandese ha preferito sacrificare una Medium per avere una Hard in più.

Scelte diverse porteranno, probabilmente, anche a strategie diverse con la Mercedes a cercare di sfruttare al massimo la copertura a banda gialla per prolungare il tempo di permanenza in pista e l'accoppiata Ferrari-Red Bull a puntare tutto sul passo gara per cercare di accumulare un vantaggio importante in termini di secondi. Per quanto riguarda le altre scuderie, invece, particolarmente aggressive sono state Renault, Haas, Alfa Romeo Racing e Racing Point, tutte con 10 set di gomme Soft sui 13 disponibili, segno evidente della voglia di andare da subito all'attacco sperando di recuperare più posizioni possibili in gara.