Sebastian Vettel – @Ferrari
in foto: Sebastian Vettel – @Ferrari

La fine del 2018 si sta avvicinando ma per la Formula 1 è già tempo di pensare al prossimo anno: i team, infatti, sono già al lavoro per sbrigare le pratiche burocratiche per l‘iscrizione al campionato mondiale 2019. Oltre alle vetture, già in via di definizione e pronte ad essere testate in fabbrica prima di essere presentate al mondo e messe in pista, le scuderie cominciano a mettere mano al portafogli facendo i conti con le somme previste dal budget.

Mercedes pagherà 4 milioni di euro, uno in meno per la Rossa

Come ogni anno la Federazione ha calcolato l'ammontare delle tasse d'iscrizione, diverse per ogni scuderia a seconda del piazzamento e dei punti conquistati nella stagione appena conclusa: un ragionamento che punta a far pagare di più la squadra più vincente tanto che sarà proprio la Mercedes, la scuderia che ha conquistato il mondiale costruttori che, per iscriversi al campionato 2019, dovrà sborsare poco più di 4 milioni di euro. Leggermente meglio, almeno dal punto di vista economico, è andata alla Ferrari che per poter schierare al via le due vetture guidate da Sebastian Vettel e Charles Leclerc dovrà pagare 3 milioni di euro. Una cifra maggiore rispetto all'anno passato quando i vertici del Cavallino staccarono un assegno di poco superiore a 2,5 milioni di euro.

Ferrari e Mercedes – LaPresse
in foto: Ferrari e Mercedes – LaPresse

Solo mezzo milione per la Williams

Cifre che rispecchiano l'andamento del campionato con le Frecce d'argento a dominare anche in questo caso e Ferrari e Red Bull a rincorrere: proprio la scuderia di Milton Keynes è quella, dopo la Mercedes e la Rossa a dover pagare di più con una quota di 2,3 milioni di euro. Via via, poi, tutte le altre con l'Alfa Romeo Sauber a incrementare la sua quota e la Williams – che pagherà "appena" mezzo milione di euro – a chiudere mestamente la classifica. Le grandi manovre per il 2019 sono già iniziate, i team hanno cominciato a programmare a fondo la prossima stagione e la tassa d'iscrizione è solo il primo tassello di avvicinamento della lunga marcia che terminerà il 17 marzo 2019 quando, in Australia, lo spegnimento dei semafori darà ufficialmente il via alla prima gara del mondiale.

F1 2019: la tassa di iscrizione dei team

Mercedes-AMG Petronas Motorsport: 4.025.335 Euro
Scuderia Ferrari Mission Winnow: 3.048.328 Euro
Aston Martin Red Bull Racing: 2.357.792 Euro
Renault F1 Team: 1.008.521 Euro
Rich Energy Haas F1 Team: 876.774 Euro
McLaren F1 Team: 735.941 Euro
Racing Point F1 Team: 690.511 Euro
Alfa Romeo Sauber F1 Team: 672.339 Euro
Scuderia Toro Rosso: 604.194 Euro
Williams Racing: 486.076 Euro