Sebastian Vettel e Charles Leclerc, o Charles Leclerc e Sebastian Vettel? Rispetto al 2019, quando a partire con il ruolo di primo pilota era stato Vettel, non ci sarà nessuna gerarchia interna. Se però si guarda ai risultati della scorsa stagione, ad aver vinto il confronto interno è stato il pilota monegasco, quarto in classifica davanti al compagno di squadra, riuscito a conquistare due vittorie e otto podi alla sua prima stagione sulla Rossa contro i nove complessivi ma un solo successo assicurato da Vettel. Risultati che hanno convinto Maranello a puntare sul giovane Leclerc  (il suo contratto è stato esteso a tutto il 2024) in attesa di definire quale sarà il futuro di Seb. Tuttavia, quando sul palco del teatro Romolo Valli di Reggio Emilia è toccato ai due piloti parlare della nuova SF-1000, la monoposto con cui affronteranno la nuova stagione, è stato proprio il quattro volte campione a dire per primo la sua.

Vettel e Leclerc: “Tanto lavoro dietro alla nuova SF-1000”

Quello dei 1000 GP – ha premesso Vettel, riferendosi al traguardo delle 1000 gare che la Rossa taglierà quest’anno – è incredibile. Dietro a questa vettura ci sono tante ore di lavoro, mi piace molto. L’avevo già vista nei giorni scorsi e, rispetto a quella dell’anno scorso, si vedono delle differenze, soprattutto nel pacchetto posteriore della vettura che molto più stretto. Chiaramente vuol dire che c’è stato tanto lavoro perché non è facile trovare nuove soluzioni che siano efficaci. Ovviamente non vedo l’ora di guidarla, ma dobbiamo aspettare ancora una settimana, quando torneremo a girare per il primo turno di test pre-campionato”. L’appuntamento con la prima sessione invernale arriverà mercoledì 19 febbraio e, fino ad allora, in Ferrari ci si dovrà accontentare di guardarla. “È fantastica, la vedo anche un po’ più rossa dello scorso anno. Per adesso è difficile fare previsioni, ma posso assicurare che dietro c’è il grande impegno del personale a Maranello – . Dell’Italia, ammette, quando ha poi risposto alle domande in italiano – mi piace molto la gente e il cibo, ma la mia passione più grande è per la Ferrari. Penso che sia una grande parte della storia italiana… I tortellini? Sono uno dei piatti preferiti, ma la pasta vince”.

I piloti Sebastian Vettel, 32 anni, e Charles Leclerc, 22, sul palco per la presentazione della SF–1000 / Ferrari.com
in foto: I piloti Sebastian Vettel, 32 anni, e Charles Leclerc, 22, sul palco per la presentazione della SF–1000 / Ferrari.com

Vettel, alla sua sesta stagione in Ferrari, dividerà per il secondo anno consecutivo il box con Leclerc che, come lui, non vede l’ora di tornare in pista e provare la nuova vettura: “Rispetto a un anno fa, l’approccio è un po’ diverso – spiega Charles – . Adesso conosco la squadra e un po’ la vettura, che anche se è una nuova auto, è uno sviluppo di quella dell’anno scorso. Abbiamo lavorato tanto insieme per migliorarla ed essere più pronti per quest’annoMi sono preparato soprattutto fisicamente, allenandomi in montagna per preparare la stagione al meglio. In questi termini, il mio approccio è sicuramente molto simile agli anni scorsi. Ho cercato di imparare dagli errori dell’anno scorso per essere un pilota migliore. I tortellini? Mi piacciono tanto, ma devo perdere un po’ di chili, per cui per adesso li metto da parte”.