Una festa in grande stile quella organizzata da Aci e Ferrari per celebrare i 90 anni della scuderia italiana: l'appuntamento in piazza Duomo, a Milano, ha richiamato tantissimi fan del Cavallino che hanno sfidato il caldo milanese per assistere, sotto al palco allestito per l'occasione, al trionfo della passione rossa. Una pomeriggio particolare per i numerosi appassionati di Formula 1 che, alla vigilia del GP di Monza, hanno voluto far sentire il proprio affetto non solo ai piloti attuali, Charles Leclerc e Sebastian Vettel, ma anche ai personaggi storici che hanno contribuito a creare il mito Ferrari.

Un vero e proprio trionfo rosso quello in scena a piazza Duomo; tantissime le vetture storiche esposte, compresa la Ferrari 312 F1 del 1967 di Chris Amon, la 312 B3 del 1974 di Clay Regazzoni, la 126 CK di Gilles Villeneuve, la prima Ferrari turbo a vincere un Grand Prix a Monaco nel 1981, e la F2002 con cui Michael Schumacher ottenne il titolo piloti e il campionato del costruttori insieme a Rubens Barrichello. A regalare spettacolo, inoltre, i grandi piloti della storia Ferrari come Mario Andretti che ha elogiato i tifosi italiani per il calore, Alain Prost che ha sottolineato come il sogno di ogni pilota sia "quello di andare alla Ferrari" mentre Jean Alesi, accolto da grandi applausi, si è detto rammaricato per "non aver mai regalato a tutti voi la vittoria a Monza pur avendo vissuto i miei momenti migliori con la Ferrari" augurandosi poi di vedere una Rossa vincente nel prossimo weekend. Presenti all'appello anche i campioni più recenti come Felipe Massa e Kimi Raikkonen, uno dei più acclamati, che ha dichiarato: "Ho corso 8 anni per la Ferrari, mi sento parte di questa storia. Ho vinto un campionato con loro, grazie a tutti i tifosi, per me sono speciali".

Applausi per Mick Schumacher e il ricordo di Hubert

Tra i tanti presenti non mancano i piloti della Ferrari Drivers Academy, a partire da Mick Schumacher: il tedesco, figlio del sette volte campione del mondo di Formula 1, era uno dei protagonisti più attesi e la folla, al suo ingresso, gli ha riservato una standing ovation degna dei più grandi campioni. Il campione della Formula 3, dal canto suo, è rimasto colpito dalla calorosa accoglienza sfoggiando un grande sorriso e ricordando anche Anthoine Hubert, pilota scomparso proprio nella scorsa gara del campionato di Formula 2 nella quale correva anche il tedesco. Un momento particolarmente emozionante quello vissuto in piazza Duomo per ricordare il francese subito prima che Mick Schumacher, insieme agli altri piloti della Ferrari Driver Academy, lasciasse il palco con il coro "Schumi, Schumi" intonato dai tifosi del Cavallino, particolarmente legati al ricordo del padre, colui che segnò l'poca d'oro della scuderia italiana.

Leclerc e Vettel si regalano selfie con il pubblico

Non potevamo mancare, ovviamente, i piloti attuali della scuderia Ferrari, Charles Leclerc e Sebastian Vettel, che nel weekend saranno impegnati nel GP d'Italia per cercare di portare a casa una doppietta storica. Tanti applausi per i due driver del Cavallino che, dopo essere saliti sul palco, si sono concessi al pubblico per firmare autografi e scattare selfie con i supporter della Rossa.

Un momento particolarmente emozionante nel quale i due piloti, di solito molto composti, si sono lasciati contagiare dalla passione dei tifosi della Ferrari godendosi a pieno l'atmosfera in piazza Duomo.

Si prospetta un weekend di grandi emozioni a Monza, che ospiterà il GP d’Italia fino al 2024. Proprio sul palco di piazza Duomo la firma del rinnovo quinquennale e la stretta di mano tra il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, e Chase Charey, patron di Liberty Media. A completare il lungo elenco di ospiti i manager che hanno fatto la storia del Cavallino, Jean Todt, Luca Cordero di Montezemolo, Maurizio Arrivabene, Luis Camilleri e ovviamente Piero Ferrari, saliti sul palco per il gran finale. Foto di rito e appuntamento rinnovato a domani pomeriggio in circuito per la conferenza stampa di apertura del weekend. L’attenzione si sposta dunque sul profilo sportivo e la grande sfida che attende la Ferrari che davanti al coro “Doppietta, doppietta!” non vorrà certo deludere i tifosi.