La Formula E sbarca a Berlino – Twitter
in foto: La Formula E sbarca a Berlino – Twitter

La Formula E, il campionato dedicato alle monoposto 100% elettriche, è arrivato al crocevia: la tappa di Berlino, nono round della stagione, rappresenta infatti il vero e proprio spartiacque per l'intero campionato visto che una vittoria del leader, Jean-Eric Vergne, darebbe praticamente il titolo al francese. Al contrario, un passo falso, rimetterebbe tutto in gioco dando agli inseguitori Bird e Rosenqvist la possibilità di riaprire la corsa al mondiale.

Vergne può ipotecare il titolo

Una tappa, quella tedesca, che si annuncia particolarmente interessante proprio in ottica mondiale: sui 2,37 km ricavati all'interno del Tempelhof Airport – che i piloti dovranno percorrere per 45 volte – le possibilità di sorpasso non mancheranno di certo. L'anno scorso fu Rosenqvist grande protagonista con il trionfo in Gara-1- per la prima volta in carriera – dopo che la pole position era andata a Di Grassi, capace di rimanere davanti allo svedese per un solo millesimo e la penalizzazione in Gara-2 per unsafe release che gli costò la vittoria in favore di Buemi. Quest'anno, però, lo svedese ci riproverà consapevole che una vittoria nell'e-Prix di Berlino significherebbe tenere in vita il campionato: Vergne è primo e la vittoria di Parigi gli consente di amministrare un vantaggio di 31 punti su Bird e ben 61 su Rosenqvist. Permettere al francese di vincere anche in Germania significherebbe consegnarli il titolo.

Jean–Eric Vergne vince l’ePrix di Parigi – Getty images
in foto: Jean–Eric Vergne vince l’ePrix di Parigi – Getty images

Orari e programmazione tv

La gara di Berlino, però, offrirà interessanti spunti sia in pista che fuori: torna a correre Luca Filippi che ritrova il sedile nel team Nio mentre in Venturi Tom Dilmann prende il posto di Edoardo Mortara, impegnato al Lausitzring con Mercedes nel Dtm. Spettacolo anche lontano dal tracciato con Nico Rosberg che guiderà la Gen2 della Formula E dal centro storico della città al Tempelhof Airsport, una passerella che precederà l’esibizione in pista di sabato così come quella della  Jaguar I-Pace eTrophy, con al volante Alejandro Agag. La copertura televisiva sarà, come sempre, assicurata da Mediaset ed Eurosport anche se cambiano gli orari: le qualifiche andranno in scena alle 14 e saranno trasmesse su entrambe le emittenti in diretta con Italia 2 ed Eurosport 2 reti designate mentre la gara con partenza alle 18, sarà mandata in onda da Italia 1 ed Eurosport 1.