Pietro Fittipaldi –Foto Twitter
in foto: Pietro Fittipaldi –Foto Twitter

Si sono vissuti attimi di paura sulla pista di Spa-Francorchamps, dove era in atto la sessione di qualifica della 6 Ore di Spa, primo appuntamento della stagione WEC; il brasiliano Pietro Fittipaldi, infatti, ha perso il controllo del suo prototipo classe LMP1 del team Dragonspeeds battendo violentemente contro le barriere esterne all'Eau Rouge.

La Direzione gara ha prontamente esposto la bandiera rossa, consentendo alla sicurezza di intervenire in maniera tempestiva estraendo il nipote del mitico Emerson Fittipaldi dalla vettura e trasportarlo al centro medico del circuito. Il brasiliano, che comunque è cosciente e non in pericolo di vita come specificato dalla FIA che ha chiarito come abbia già lasciato la terapia intensiva, è stato poi trasportato all'ospedale di Liegi dove gli è stata riscontrata la rottura di entrambe le gambe, causate da un cerchione che ha sfondato la scocca, con fratture multiple a quella destra. Un impatto spaventoso quello che ha visto protagonista il pilota verdeoro, avvenuto a 188 km/h probabilmente  a causa di un problema tecnico: nel video, infatti, si notano le luci della vettura spegnersi un istante prima di perdere il controllo, rendendo impossibile controllarla e finendo quindi contro le barriere di protezione.

Subito sono arrivati messaggi di incoraggiamento per il pilota; in particolare è stato il fratello Enzo, giovane che fa parte della Ferrari Academy, a mandare un messaggio commossi: "Ti voglio bene, sei un campione. Tornerai in pista quanto prima. Preghiamo tutti per lui". Un brutto incidente per Fittipaldi che adesso dovrà stare fermo per un lungo periodo: il brasiliano, oltre al mondiale WEC, infatti, era impegnato anche in IndyCar e nella SuperFormula giapponese. L'infortunio riportato, inoltre, costringerà Fittipaldi a saltare anche l'appuntamento con la 500 Miglia di Indianapolis e anche quello con la 24 Ore di Le Mans.