Una giornata che non si aspettava di trascorrere così, quella vissuta oggi da Andrea Iannone, finito nella bufera per la sospensione cautelare decisa dalla Federazione Internazionale del Motociclismo (FIM) in seguito alla positività ad un controllo antidoping svolto dopo la gara di Sepang, in Malesia, lo scorso 3 novembre. Dopo la nota pubblicata dalla FIM, il pilota MotoGP ha spiegato di non aver ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale da parte dei laboratori WADA né tantomeno dalla FIM, dicendosi “sorpreso dalla vicenda ma comunque fiducioso in una sua conclusione positiva. “Negli anni, e anche in questa stagione, mi sono sottoposto a continui controlli, risultando ovviamente sempre negativo”.  Il 30enne abruzzese è “totalmente tranquillo”, come sostiene anche la sua fidanzata, Giulia De Lellis. “Chi ti conosce sa…” il commento dell’influencer ed ex corteggiatrice di ‘Uomini e Donne' sotto al post pubblicato su Instagram da Iannone.

Il web si scatena sul doping di Iannone

La notizia ha però scatenato la rete, facendo salire l’hashtag #Iannone in cima alle tendenze social. In molti, su Twitter, si sono scagliati contro il pilota dell’Aprilia che ha incassato battute ironiche ma anche più di un colpo basso. “Iannone positivo agli steroidi anabolizzanti. In Aprilia devono aver frainteso quando chiedeva più cavalli…” scrive un utente. “Praticamente sarebbe andato più forte correndo con la moto in braccio” replica un altro, sullo stesso filone di pensiero. “Ma dai… Iannone probabilmente ha preso steroidi per aumentare la massa muscolare per conquistare qualche bella tipa, non certo per il motociclismo”. Ipotesi condivisa da più di un utente: “Iannone dopato? Penso che siano stati usati più per l’aspetto fisico che per i risultati in pista”.

Andrea Iannone, 30 anni / Getty
in foto: Andrea Iannone, 30 anni / Getty

La sua assunzione di steroidi anabolizzanti è però sostenuta anche da tesi di tutt’altra natura. “La squalifica è uno scandalo. Il botulino non può essere considerato doping”. “Il motociclista sospeso per steroidi anabolizzanti. La difesa è che li usava per le labbra”. Tante, inoltre, le battute sulla sua sfera sentimentale: “Iannone si è dopato per dare una trama al nuovo libro di GDL – Giulia De Lellis, ndr”.

Non mancano i riferimenti alla sua ex Belen Rodriguez e alla stravagante scusa che l’allora compagno della showgirl argentina, il calciatore Marco Borriello, tirò fuori per giustificare la positività ad alcune sostanze presenti anche nel cortisone.  “Andrea Iannone positivo al doping. Se dovesse dare la colpa a qualche pomata strana, io gli credo”. E poi ancora: “Belen colpisce ancora… non ha una figa, ha un'arma di distruzione di mazza…”. “Iannone positivo al nandrolone, avrà rivisto Belen che usava quella cremina per la patata che piaceva tanto a Borriello”. “Iannone è la dimostrazione più evidente al mondo di quanto dannosa possa essere la figa”. Sul tema, pungenti anche i commenti delle donne: “Anche lui vittima della vaginite di Belen?”. “La colpa è tutta della vagina che aveva lo steroide”. “Ma che doping… sarà coca a volontà.. Tra Belen e la De Lellis cosa puoi aspettarti…” scrive, infine, un’altra donna, una certa leonessa, che non avrebbe potuto scegliere miglior nickname per scrivere certe stupide insinuazioni.