Max Verstappen e Carlos Sainz Jr giocano alla Playstation – Foto Instagram
in foto: Max Verstappen e Carlos Sainz Jr giocano alla Playstation – Foto Instagram

La Formula 1, di scena a Suzuka, si è fermata a causa del passaggio del tifone Hagibis che ha costretto gli organizzatori ad annullare l'intera giornata di sabato cancellando la terza sessione di prove libere e spostando a domenica mattina – la notte in Italia – la sessione di qualifica che deciderà lo schieramento di partenza. Una decisione presa come misura cautelare per non far correre rischi ai piloti che, nel giorno diventato di riposo, si sono dedicati alle attività più disparate; c'è chi ne ha approfittato per leggere un libro, chi per studiare le migliorie alla propria vettura e chi, invece, si è sfidato alla Playstation come Max Verstappen e Carlos Sainz Jr.

L'olandese è stato di parola: nella conferenza stampa del GP del Giappone, infatti, aveva invitato i piloti presenti – tra i quali Carlos Sainz Jr, Charles Leclerc, George Russell e Nico Hulkenberg – a sfidarsi a colpi di joystick; il più interessato era parso proprio lo spagnolo della McLaren che aveva sfidato apertamente quello della Red Bull, apparso piuttosto sicuro della propria forza non solo al volante, ma anche di fronte allo schermo. I due, approfittando del giorno libero a causa del tifone Higibis, si sono ritrovati nella stessa camera proprio per sfidarsi alla Playstation: un'occasione alla quale hanno voluto essere presenti anche Lando Norris e Sergio Perez. "Il sabato più competitivo che abbiamo avuto negli ultimi anni", ha postato sul proprio profilo Instagram l'olandese della Red Bull, segno evidente di come la partita contro lo spagnolo si sia rivelata più complicata del previsto.

Most competitive Saturday we’ve had in years 😅🎮⚽️

A post shared by Max Verstappen (@maxverstappen1) on

Un modo come un altro, quello scelto dai piloti, per ingannare il tempo e fare gruppo in attesa di scendere in pista per sfidarsi, stavolta con le proprie vetture, sulla pista di Suzuka prima nelle qualifiche e poi subito in gara visto che tra i due eventi passeranno meno di 3 ore. Un weekend insolito per tutta la Formula 1, ma anche un'occasione per rilassarsi senza l'adrenalina della pista e per conoscerci meglio senza la rivalità caratteristica dei Gran Premi.