Presto le auto potrebbero essere dotate di airbag laterali esterni. L’azienda tedesca ZF ha presentato il primo sistema di airbag pre-collisione che si apre alcuni millisecondi prima che si verifichi un impatto laterale grazie a un sistema di sensori e allo sviluppo di algoritmi in grado di determinare se la collisione è imminente o meno. L’azienda ha fornito una dimostrazione del prototipo nella sede bavarese di Memmingen, mostrando il potenziale di questa nuova tecnologia: “Abbiamo evidenziato che questo sistema di sicurezza è in grado di ridurre in modo significativo la gravità degli incidenti degli occupanti in caso di collisioni da impatto laterale” ha spiegato Uwe Class, Responsabile del Reparto Sistemi di Mobilità Sicura all'interno del team di Advanced Engineering di ZF.

L’airbag esterno contro le collisioni da impatto laterale

Le collisioni da impatto laterale sono tre tra le più pericolose tra gli incidenti stradali. Mentre il bacino è sorretto dalla cintura di sicurezza, gli urti laterali, in particolare dal lato opposto a quello dell’occupante del veicolo, possono provocare torsioni della colonna vertebrale, sovraccaricando la zona toracica e quella cervicale. Recenti valutazioni sui dati degli incidenti stradali registrati negli Stati Uniti dal 2004 al 2013 indicano che il 43% delle lesioni riportate in impatti laterali hanno interessato petto e addome degli occupanti, mentre nel 23% dei casi il collo e la testa. Circa il 53% delle lesioni al torace sono state causate dal contatto con la consolle centrale e il 21% dalla penetrazione all’interno dell’abitacolo di elementi strutturali del veicolo. Secondo ZF, l’aggiunta di una zona di deformazione laterale aggiuntiva, può ridurre la gravita degli infortuni da impatto laterale fino al 40%, diminuendo del 30% il rischio di penetrazioni di parti metalliche, contribuendo così a ridurre il rischio di lesioni.

La principale sfida nello sviluppo di questo sistema, spiegano i ricercatori di ZF, è stata il riconoscimento affidabile di una collisione inevitabile e l’attivazione dell'airbag laterale esterno prima che la collisione abbia luogo. Il sistema impiega 150 millisecondi a decidere di attivare l’airbag e gonfialrlo – indicativamente il tempo necessario a una persona per battere le palpebre. Questo è stato possibile attraverso telecamere, radar e laser connessi. Gli algoritmi di programmazione del software di sistema valutano se una collisione è inevitabile o meno e se l’apertura dell’airbag è possibile e vantaggiosa. Se queste condizioni sono tutte affermative, il sistema aziona l’airbag. Il cuscino, che ha una capacità compresa tra i 280 e 400 litri (da cinque a otto volte il volume di un airbag conducente) a seconda del veicolo, si estende verso l’alto da sotto la portiera, formando una zona di deformazione aggiuntiva in grado di assorbire laterale.