Le condizioni di Juan Manuel Correa, il 20enne pilota del Sauber Junior team by Charouz di Formula 2 coinvolto nello spaventoso incidente al Gran Premio del Belgio in cui è rimasto ucciso Anthoine Hubert, restano stabili ma il quadro clinico rimane serio e invariato. Nel violento impatto contro la monoposto del francese, Correa ha riportato una leggera lesione spinale e fratture multiple alle gambe che hanno richiesto un delicato e lungo intervento chirurgico presso l’ospedale universitario di Liegi, in Belgio. Diversamente da quanto ipotizzato dalla famiglia Correa, che sperava in un miglioramento delle condizioni per programmare il rientro negli Usa, i medici hanno deciso il trasferimento del 20enne in una struttura specializzata del Regno Unito dove proseguirà le cure.

Condizioni stabili, ma il quadro clinico rimane invariato

I nuovi aggiornamenti sulle condizioni di Correa arrivato direttamente dall’entourage del giovane pilota che, attraverso le sue pagine social, nelle ultime ore ha pubblicato due note in cui viene specificato che, da lunedì, i medici dell’ospedale di Liegi hanno voluto continuare a seguire da vicino il ragazzo. “Juan Manuel Correa è rimasto nel reparto di terapia intensiva poiché i medici hanno voluto tenerlo ricoverato per eseguire alcuni esami aggiuntivi in modo da monitorare da vicino i suoi infortuni. Il suo attuale quadro clinico è invariato e le condizioni rimangono stabili”.

Juan Manuel Correa, 20 anni / Sauber Junior team by Charouz
in foto: Juan Manuel Correa, 20 anni / Sauber Junior team by Charouz

Nella serata di martedì è stata presa la decisione di trasferire Correa dal Belgio alla Gran Bretagna. “Juan Manuel verrà trasferito in un’unità di terapia intensiva specializzata nel Regno Unito dove continuerà il processo di recupero sotto le cure di un team di specialisti. Lui e la sua famiglia vogliono ringraziare l’ospedale di Liegi e l’equipe medica per le eccezionali cure e trattamento a lui riservati negli ultimi giorni”.