La partenza del GP d’Italia – Getty images
in foto: La partenza del GP d’Italia – Getty images

Il 2021, per la Formula 1, rappresenta un nuovo inizio: quella, infatti, sarà la stagione in cui entreranno in vigore le nuove regole volute da Fia e Liberty Media e sulle quali si stanno concentrando le discussioni con le scuderie per trovare un punto d'incontro che soddisfi tutte le parti in causa aumentando così il livello di spettacolarità della massima serie dell'automobilismo. Quella relativa alle regole, però, potrebbe non essere l'unica novità visto che, come riportato da Sky, potrebbe esserci un nuovo team pronto a fare la sua comparsa sul palcoscenico a partire dal 2021.

Giovedì 3 ottobre, infatti, potrebbe essere il giorno nel quale dovrebbe arrivare la conferma di richiesta di ingresso di un nuovo team nel Circus per il 2021; nessun indizio sul nome della nuova scuderia pronta ad affacciarsi in Formula 1 così come nessuna informazioni sul possibile uomo d'affari deciso ad investire una cifra importante pur di essere parte dello spettacolo. Qualche tempo fa si era parlato di un possibile approdo di team chiamato Panthera Team Asia F1 che starebbe muovendo i primi passi in alcune strutture nei pressi del circuito di Silverstone. Tra i co-fondatori del team ci sarebbe Benjamin Durand, ex-uomo SMP Racing e BR Engineering nel WEC, mentre l'organigramma tecnico potrebbe contare su Tim Milne come responsabile del settore aerodinamico, che nel curriculum vanta diverse esperienze in F1 in Renault, Honda, Super Aguri, Toyota, Caterham e in Manor.

Le prime immagine ufficiali delle vetture 2021 – Foto Twitter
in foto: Le prime immagine ufficiali delle vetture 2021 – Foto Twitter

Non sono da escludere sorprese anche se a gettare acqua sul fuoco, poche settimane, era stato il presidente Fia in persona, Jean Todt, a specificare come all'orizzonte non ci fossero i presupposti per allargare a 11 team la griglia di partenza della nuova Formula 1: "Fino a ora non ho avuto nessun contatto con squadre potenzialmente interessate, ho solo letto e sentito alcune voci, che in quanto tali non considero. Ci sono anche altre possibilità di entrare in F1, come ha fatto la Racing Point acquistando la Force India. Dipende sempre dalle opportunità. Siamo felici di avere dieci scuderie iscritte, solo il tempo dirà se le cose cambieranno. Sappiamo che una buona griglia di partenza è racchiusa tra le dieci e le dodici squadre, ma al momento non vedo alcun potenziale candidato di livello, come a suo tempo lo fu la Haas" erano state le sue parole in occasione del GP di Singapore.