in foto: Il podio del Gran Premio di Monza – Getty Images

Non c'è ancora l'ufficialità, ma la strada sembra ormai più che tracciata: la Rai non trasmetterà la stagione 2018 di Formula 1. I vertici di Viale Mazzini non sembrano voler dare fiducia alla velocità lasciando così campo libero a Sky, che avrebbe così l'esclusiva. Neanche lo sciopero dei giornalisti, andato in scena durante la partita Juventus-Torino, messa in onda senza commento, sembra aver smosso le acque.

Per la Rai solo la gara di casa?

Allo stato attuale sembra difficile poter vedere il prossimo mondiale sulla tv di Stato: lo scenario potrebbe cambiare il prossimo 15 gennaio quando dovrebbe esserci un incontro nel quale a margine della trattativa per avere i diritti in chiaro di una partita di Champions League potrebbero tornare in gioco alcuni Gran Premi di Formula 1, tornando a quelle quattro gare di cui si è parlato nelle ultime settimane. L'emittente satellitare posseduta da Rupert Murdoch sembra pronta a prendersi l'esclusiva della Formula 1 con qualche GP visibile su TV8, come già succede per la MotoGP. In questo scenario, però, potrebbe essere una magra consolazione per gli utenti non abbonati alla pay-tv: al momento, infatti, la Rai avrebbe solo la possibilità di trasmettere il GP d'Italia, vale a dire la gara di casa, l'unico su tutti i 21 appuntamenti che compongono il calendario del 2018.

Una soluzione che non appagherebbe di certo i telespettatori ma che salverebbe almeno la gara di Monza, una delle più importanti dell'anno e che potrebbe vedere la Ferrari di nuovo in lotta per il titolo, come già successo quest'anno. Un colpo di coda dell'ultimo minuto da parte della tv nazionale appare alquanto difficile, la scelta sembra ormai fatta anche se clamorosi scenari non sono da escludere fino a quando non ci sarà l'ufficialità. La Formula 1, però, sembra destinata a diventare uno sport a pagamento: una sconfitta non solo per la Rai, ma per tutti gli appassionati che hanno dimostrato, soprattutto nell'ultima stagione in cui la Rossa è tornata a lottare per il vertice, il proprio amore per questa disciplina.