Non gli è riuscito il tris di vittorie e dopo i trionfi di Spa e Monza Charles Leclerc deve accontentarsi del secondo posto a Singapore, ottenuto dopo una pole position che lo aveva messo nelle condizioni ideali per conquistare la terza vittoria consecutiva in Formula 1. Una delusione per il monegasco che dopo un sabato da protagonista assaporava già il dolce gusto della vittoria: così non è stato perché a mettersi di traverso è stato il suo compagno di squadra Sebastian Vettel, trionfatore a Marina Bay.

Charles Leclerc – Getty images
in foto: Charles Leclerc – Getty images

Il monegasco, dopo aver gestito le prime fasi della corsa, si è visto superare durante il proprio pit stop dal tedesco: una strategia, quella della Ferrari, che non ha convinto il giovane pilota, sicuro che il team avrebbe potuto calare la doppietta anche a posizioni invertite. Vettel, però, è stato bravo a sfruttare la sua occasione e, anche per Leclerc, nonostante l'amarezza, ciò che conta è il risultato del team:

Ovviamente è difficile perdere in questo modo, ma è una doppietta per il team e sono contento. E' la prima per noi, i ragazzi la meritano; siamo arrivati qui con la speranza di salire sul podio e torniamo a casa con una doppietta. Deluso da parte mia, come chiunque, ma a volte le cose vanno così e reagirò ancora più forte. Aspettiamo ancora qualche GP ma possiamo essere ottimisti. La situazione sembra essere positiva, più di quanto ci aspettassimo sia in gara che in qualifica quindi complimenti al team – ha dichiarato il monegasco appena finita la gara -. Strategia? Era fissata prima della gara, io mi sono attenuto ai piani ma alla fine quello che conta è il risultato finale per il team, una doppietta. La decisione è stata presa per il bene del team, la doppietta è quello che volevamo anche se dentro la macchina è difficile capire bene ogni situazione.

Avranno modo di parlarne sia Leclerc e Vettel sia con il team principal Mattia Binotto, come già avvenuto dopo le convulse qualifiche di Monza o subito dopo il Belgio quando era stato il tedesco ad essere sacrificato per permettere al monegasco di conquistare la prima vittoria in carriera. L'ascesa di Leclerc, nonostante lo stop al filotto di vittorie, prosegue e già nella prossima gara in Russia il giovane pilota dell Rossa si presenterà pronto e voglioso di riprendersi quanto perso a Singapore.