Una giornata, quella vissuta da Charles Leclerc, ai limiti della perfezione: il monegasco, reduce dalla vittoria di Spa-Francorchamps che gli ha permesso di entrare nella storia della Ferrari diventando il più giovane pilota a vincere una gara mondiale con il Cavallino, ha dominato sia la prima sia la seconda sessione di prove libere mettendosi davanti a tutti senza mai lasciare la posizione.

Charles Leclerc – LaPresse
in foto: Charles Leclerc – LaPresse

Un venerdì da incorniciare quello vissuto da Leclerc e che conferma il buon momento vissuto dalla Rossa che, sulla pista di Monza, sembra essere favorita per replicare – e se possibile migliorare – il risultato del Belgio: i tifosi sperano nella doppietta anche se è proprio il monegasco a cercare di spegnere un poì l'entusiasmo

Nonostante le condizioni difficili è andata bene. La Mercedes sembra molto forte perché hanno fatto il tempo in condizioni peggiori rispetto alle nostre; noi dobbiamo ancora lavorare sia sul passo gara che su quello qualifica. In Belgio mi ha sorpreso vederli così lontani, ci aspettavamo che qui a Monza sarebbero stati competitivi – ha dichiarato ai microfoni di Sky – Il gioco di scie? Dobbiamo stare attenti, ci stiamo pensando perché qui c'è tanto da guadagnare, ma di certo non sacrificheremo una macchina e cercheremo di fare il massimo con entrambe le vetture.

Vettel in cerca di riscatto

Chi è in cerca di riscatto, invece, è senza dubbio Sebastian Vettel, a secco da 21 Gran Premi e voglioso di rifarsi nella gara di casa per la Ferrari. Il quattro volte campione del mondo, reduce da un periodo non troppo positivo, ha voglia di tornare a gioire proprio davanti ai propri tifosi anche per cancellare una stagione che, almeno fino ad ora, non può essere considerata positiva: "Giornata buona per noi, la macchina va bene ma domani ci saranno tempi diversi. Le Mercedes sono state molto veloci, oggi leggermente più di noi ma non sono sorpreso da loro; anche in altri venerdì lo è stata" è stato il suo commento.