Il venerdì di Sochi, in casa Ferrari, è stato uno dei più positivi della stagione soprattutto per Charles Leclerc, apparso subito in palla e capace di siglare il miglior tempo nella prima sessione di prove libere prendendosi poi il 2° tempo alle spalle della Red Bull di Max Verstappen che, però, sarà penalizzato di 5 posizioni in griglia per la sostituzione del motore termico sulla sua vettura.

Charles Leclerc – Getty images
in foto: Charles Leclerc – Getty images

Per il monegasco, quindi, una doppia sessione da leader virtuale con la concreta possibilità di agguantare la pole position anche in Russia che lo porterebbe a sei partenze dal palo alla sua prima stagione in Ferrari; una possibilità concreta per il giovane pilota del Cavallino, vincente in Belgio e Italia e 2° a Singapore. Leclerc, dal canto suo, non nasconde l'ottimismo tanto da mettere nel mirino il massimo risultato possibile.

A Singapore eravamo andati forte, non c'era ragione per non pensare di andare bene anche in Russia, ma non ci aspettavamo una Red Bull così forte sul passo gara. – ha dichiarato nel consueto incontro con la stampa a fine giornata -. Punto alla pole position, ma sono molto ottimista per la corsa perché ho un ottimo passo gara, uno dei più forti di tutta la stagione. Dobbiamo ancora lavorare per mettere tutto insieme in funzione della qualifica, dobbiamo trovare il giusto bilanciamento fra i primi due settori della pista, che sono veloci, e il terzo che è più lento.

Vettel sicuro della propria Ferrari

Tra i due ferraristi quello apparso leggermente più in difficoltà è sembrato Sebastian Vettel, 3° in mattinata e solo 5° nella seconda sessione. Il tedesco, infatti, soprattutto nel pomeriggio, non è riuscito a mettere insieme un giro cronometrato significativo, ma per la gara è convinto di potersi giocare le proprie chance di vittoria con il compagno di squadra nonostante l'incognita meteo che, per la giornata di sabato, promette pioggia rischiando di mescolare le carte e i valori in campo: "Abbiamo provato delle cose, alcune hanno funzionato, mentre altre meno; dobbiamo verificare cosa prendere e cosa scartare e mettere tutto assieme. Il passo gara però è ok. La Red Bull è sembrata davvero veloce questa mattina e anche al pomeriggio, in particolare nel terzo settore. Penso che possiamo migliorare, specialmente in termini di bilanciamento, mettendo tutto insieme dovremmo avere una giornata migliore domani. La pioggia? Asciutto o bagnato non cambia molto, mi sento a posto in entrambe le condizioni" ha sottolineato. Dopo la vittoria a Singapore il quattro volte campione del mondo vuole il bis in Russia dimostrando di aver ritrovato la retta via e che quello di Marina Bay non è stato un episodio isolato.