Mercedes contro Ferrari, un duello che in realtà non si è mai chiuso. Il mondiale 2017 ha premiato la scuderia di Brackley, ma la lotta è già ripartita: quest'oggi, infatti, i due team sveleranno le rispettive monoposto che si giocheranno il titolo anche nel 2018. La prima mossa è toccata proprio ai campioni del mondo in carica che, nella suggestiva cornice di Silverstone, hanno svelato ufficialmente forme e colori della W09 EQ Power+.

La nuova Mercedes W09
in foto: La nuova Mercedes W09

Bottas già in pista

Una monoposto, quella della Mercedes, che conserva la classica livrea argento con le caratteristiche strisce. Presente, come da regolamento, l'Halo, il sistema di protezione per la testa del pilota, che assume una colorazione scura. A portarla in pista per la prima volta è stato Valtteri Bottas che ha sfruttato i 100 km messi a disposizione dalla Fia per le riprese a scopo commerciale per verificare che tutto sia a posto mentre il campione del mondo Lewis Hamilton girerà sul tracciato inglese nel pomeriggio completando la giornata. Nel box della scuderia anglo-tedesca anche una gradita sorpresa: al fianco del britannico, infatti, c'era Billy Monger, lo sfortunato pilota che ha perso entrambe le gambe durante un incidente in gara.

Wolff: "Attenti a non perdere i nostri punti di forza"

Una vettura che, a un primo sguardo, sembra un'evoluzione della macchina che è riuscita a conquistare il mondiale 2017, il quarto consecutivo per la scuderia di Brackley. Rimangono intatte le caratteristiche che avevano portato Lewis Hamilton sul tetto del mondo; un'evoluzione più che una rivoluzione quelle dettata dalla Mercedes. Soddisfatto il team principal Toto Wolff: "La nostra diva ha dei lineamenti che piacciono particolarmente. La W08 era l'auto più veloce della griglia, ha siglato il maggior numero di pole position e vittorie lo scorso anno. Pur dovendo superare le difficoltà, siamo stati molto attenti a non perdere i vari punti di forza di quella macchina. Svilupparla e mantenere le cose buone è stata sicuramente la cosa più difficile" ha ammesso. Sarà la pista a testimoniare se la strada intrapresa sarà ancora una volta quella vincente, già dai test di Barcellona si potrà cominciare a capire se il mondiale 2018 sarà l'ennesima prova di forza delle Frecce d'argento.