Il tocco di rosso del nuovo sponsor Ineos sulla nuova Mercedes / Twitter
in foto: Il tocco di rosso del nuovo sponsor Ineos sulla nuova Mercedes / Twitter

All’inizio di una settimana ricca di presentazioni e dichiarazioni, con team e piloti impegnati a svelare le vetture che vedremo in pista per i primi test pre-campionato a Barcellona, la Mercedes ha voluto anticipare le mosse dei rivali, mostrando in anteprima, nella sede del Royal Club di Londra, la livrea della nuova monoposto. Un preludio voluto per celebrare al meglio l’arrivo di un nuovo official partner, Ineos, colosso britannico del settore chimico che fa capo all’imprenditore e manager inglese Jim Ratcliffe, il terzo uomo più ricco del Regno Unito e un patrimonio stimato di 11,5 miliardi di dollari. La partnership tra Ineos e il team durerà cinque anni, dal 2020 al 2025, e sarà da subito ben visibile sulla vettura che, oltre al solito argento e al verde del title sponsor Petronas, si arricchisce di un tocco di rosso sia sull’airbox sia nella porzione laterale delle ali anteriori. Diverso, invece, il motivo per cui tra le stelle d’argento che caratterizzano la vettura è presente anche una stella rossa: omaggio all’indimenticato Niki Lauda e al berretto reso iconico dall'ex campione di Formula 1 negli anni da presidente non esecutivo del team.

Mercedes-Hamilton, rinnovo più vicino con Ineos

Il matrimonio – si vocifera da 25 milioni di dollari a stagione, 125 in totale – spazza via tanti dubbi sul futuro della Mercedes, dalle voci di un possibile ritiro della squadra dalla Formula 1 alle indiscrezioni sul rinnovo di Lewis Hamilton, la cui trattativa si sarebbe arenata davanti alle richieste economiche del fuoriclasse inglese. Per continuare a essere il primo pilota delle Frecce d’Argento dopo il 2020, Lewis avrebbe chiesto circa 60 milioni annui per altre quattro o cinque stagioni, una cifra che, con le nuove risorse a bilancio, non dovrebbe rappresentare più un problema per le casse della scuderia.

La partecipazione di Ineos apre dunque nuovi scenari nel futuro della Mercedes che vuole restare in Formula 1, rimanendo al top dopo i sei titoli iridati. “Sono un risultato incredibile e continueremo a spingere per continuare ad averne altri in futuro  – le parole di Wolff – . Siamo in F1 per restare a lungo, siamo ancora in trattativa con la FIA e Liberty Media, ma l’intenzione è quella di continuare il nostro viaggio” ha ammesso il team principal nel corso dell’evento londinese. Incalzato sul futuro di Hamilton e l’importanza della sua permanenza all’interno del team, Wolff ha però svelato che i colloqui per il rinnovo di Lewis si sono interrotti poco prima di Natale.

Viaggiamo per il mondo per dieci mesi l’anno e durante le vacanze stacchiamo la spina, ma ho una grande fiducia nelle capacità del team di attrarre i migliori piloti. Lewis ha dimostrato di esserlo nel medio e lungo termine e l’intenzione è quella di avere il pilota più veloce in macchina. So che Lewis vuole essere sulla macchina più veloce, quindi c’è un ovvio obiettivo reciproco”. I colloqui riprenderanno nei prossimi giorni: la squadra si ritroverà al gran completo venerdì 14 febbraio sul circuito di Silverstone, dove la nuova vettura verrà ufficialmente presentata e scenderà in pista per un filming day.