Il pilota del team Leopard Racing Lorenzo Dalla Porta, 22 anni a Motegi / Getty
in foto: Il pilota del team Leopard Racing Lorenzo Dalla Porta, 22 anni a Motegi / Getty

Con il titolo MotoGP già nelle mani di Marc Marquez, in Australia potrebbero decidersi anche le sorti delle due classi minori del Motomondiale. In Moto3 potrebbe essere Lorenzo Dalla Porta, il pilota di Prato classe 1997 che guida una delle Honda del team Leopard Racing, a laurearsi campione del mondo: il pilota toscano arriva a Phillip Island con 47 punti di vantaggio su Aron Canet e 68 sul connazionale Tony Arbolino, i soli due rivali ancora in grado di impensierirlo nella lotta al titolo iridato.

Dalla Porta a un passo dal titolo Moto3

Per correre da campione il penultimo round in Malesia, a Dalla Porta dovrà lasciare l’Australia con 51 punti di vantaggio sui due avversari. In pratica, gli basterà guadagnare quattro punti sullo spagnolo del team di Max Biaggi e non perderne più di 17 da Tony Arbolino. D’altra parte, per mantenere aperta la partita iridata, Canet dovrà provare a vincere la gara o comunque chiudere davanti al pilota italiano. Più ridotte le speranze di Arborino che, per restare in corsa, dovrebbe solamente vincere la gara o arrivare 2° confidando che Dalla Porta non raccolga più di sette punti nei suoi confronti. Di seguito le combinazioni che garantirebbero il Mondiale a Dalla Porta.

Campione in Australia se…

  • Se vince la gara
  • Se arriva 2° e Canet chiude una posizione dietro
  • Se arriva 3° e Canet chiude non oltre la 5° posizione
  • Se arriva 4° e Canet chiude non oltre la 7° posizione
  • Se arriva 5°, 6°, 7° o 8° e Canet chiude quattro posizioni dietro
  • Se arriva 9°, 10° o 11°, Canet chiude quattro posizioni dietro e Arborino fa 2°
  • Se arriva 12°, Canet non va a punti e Arbolino fa 2°

Se riuscirà nell’impresa, il 22enne toscano diventerebbe il primo pilota italiano a laureasi campione del mondo in Moto3 a 15 anni di distanza dal titolo di Andrea Dovizioso in 125, l’ultimo azzurro a conquistare un titolo nella entry class del Motomondiale, nel 2004. Il forlivese, allora su Honda, festeggiò con due gare di anticipo, chiudendo 2° a Sepang dietro soltanto all’australiano Casey Stoner.

Primo match point anche per Alex Marquez

Con Dalla Porta, a fare festa a Phillip Island potrebbe essere anche Alex Marquez che ha la prima occasione di assicurarsi il titolo in Moto2, il secondo in carriera dopo quello del 2014 in Moto3. Per il più giovane dei due fratelli Marquez, che arriva in Giappone con 36 punti di vantaggio su Thomas Luthi, la certezza matematica è meno scontata: per conquistare lo scettro iridato Alex dovrà guadagnare 14 punti sullo svizzero, oltre ad assicurarsi 8 punti su Augusto Fernandez, 2 su Jorge Navarro, chiudere davanti a Brad Binder e non perderne più di 8 da Luca Marini.