La prima stagione di gare della Coppa del mondo della MotoE è quasi arrivata alla conclusione. Per assegnare il primo titolo della nuova serie elettrica resta da disputare la doppia manche del finale di stagione a Valencia il 16 e 17 novembre, ma per il campionato è già tempo di pensare al 2020. La Federazione Internazionale del Motociclismo (FIM) ha infatti rilasciato la prima versione del calendario provvisorio del 2020 che verrà confermato nei prossimi mesi.

Si parte da Jerez, gran finale a Misano

Per il 2020 non è previsto un aumento del numero delle E-Race che resteranno sei come in questa stagione. Verranno però coinvolti più circuiti differenti. Come inizialmente previsto anche per la stagione in corso, salvo il cambio di programma dovuto al terribile incendio durante i test prestagionali che ha costretto a rinviare l’inizio di questo campionato, la tappa inaugurale sarà quella di Jerez, in Spagna, prevista per il 3 maggio, in concomitanza con la prima gara europea della MotoGP. Confermata anche la presenza della tappa di Le Mans, il 17 maggio, mentre la novità più interessante è rappresentata dall’ingresso in calendario del TT circuit di Assen. Il tracciato olandese ospiterà per la prima volta la MotoE, il 28 giugno, appuntamento che sarà seguito dal round austriaco al Red Bull Ring di Spielberg il 16 agosto. Cambia, infine, il finale di stagione, che non si disputerà più a Valencia ma a Misano, dove sono state confermate due gare, il 12 e 13 settembre, restando così l’unica doppietta della nuova stagione.

Calendario provvisorio MotoE 2020
3 maggio – Spagna (Circuito de Jerez – Àngel Nieto)
17 maggio – Francia (Le Mans)
28 giugno – Paesi Bassi (TT Circuit Assen)
16 agosto – Austria (Red Bull Ring-Spielberg)
12-13 settembre* – San Marino (Misano World Circuit Marco Simoncelli)
*due gare