Marc Marquez, 26 anni, e suo fratello e nuovo compagno di squadra Alex, 23 / Getty
in foto: Marc Marquez, 26 anni, e suo fratello e nuovo compagno di squadra Alex, 23 / Getty

Dopo la Ducati, che mostrerà la nuova Desmosedici il prossimo 23 gennaio, sarà la Honda a svelare la RC213V in versione 2020: il team MotoGP della Casa di Tokyo ha infatti comunicato luogo e data della presentazione ufficiale che si terrà a Jakarta, in Indonesia, il prossimo 4 febbraio. L’evento coincide con il terzo e ultimo giorno di test riservati ai collaudatori, il cosiddetto shakedown che si terrà sul circuito di Sepang al quale, diversamente da quanto accaduto nelle ultime stagioni, avranno la possibilità di partecipare anche i piloti che esordiranno in top class, vale a dire il sudafricano Brad Binder del team KTM ufficiale, lo spagnolo Iker Lecuona del team satellite Tech3, nonché il due volte iridato e campione della Moto2 in carica Alex Marquez al debutto con il team Honda ufficiale.

Alex impegnato anche a Sepang

Nello stesso giorno, quindi, lo spagnolo dovrebbe essere in pista in Malesia per poi volare rapidamente a Jakarta per l’unveiling ufficiale anche se, non è escluso, che dopo i primi due giorni di prove, la squadra decida di anticipare la chiusura della terza giornata oppure di saltarla direttamente, considerando sufficiente la presa di contatto del 2 e 3 febbraio. Ciò che è certo, in ogni caso, è che martedì 4 febbraio Alex Marquez indosserà per la prima volta la tuta con i colori ufficiali che condividerà con suo fratello maggiore, l’otto volte iridato Marc Marquez. La Honda, al momento, ha lasciato in sospeso i dettagli riguardo alla sede dell’evento e all’orario esatto, riservando a una nuova comunicazione queste informazioni.

Dubbi sulle condizioni di Marc

L’appuntamento rappresenterà, inoltre, la prima uscita in un evento organizzato dalla squadra per il Marcziano Marquez dopo l’intervento alla spalla destra dello scorso novembre. Durante l’inverno Marc ha lavorato duramente al recupero anche se, in una recente dichiarazione in occasione del Galà catalano dello sport, lo spagnolo ha espresso qualche perplessità sul suo stato di salute. “Vorrei che la riabilitazione procedesse al meglio, perché si è dimostrata più complicata del previsto – le sue parole come riportate da Marca.com – . Anche l’anno scorso ero stato operato alla spalla, ma a quella sinistra, e la riabilitazione era stata diversa. Stavolta sembrava dovesse essere più facile e veloce, ma in realtà non lo è stata. Spero di rimettermi presto in forma e di riuscire a partecipare ai test in Malesia”. Per “testare” la spalla, Marc ha completato anche alcuni giri su un kart, pubblicando su Instagram alcune foto della giornata.