La prima gara di Andrea Iannone con l’Aprilia si chiude con il 14° posto e i primi 2 punti in campionato anche se in Qatar non è andato proprio tutto secondo i piani. “Devo dire che abbiamo lavorato bene, anche se abbiamo avuto delle difficoltà – ha ammesso prima di lasciare Losail – . Alla prima curva ho perso l’ala sinistra a causa di un contatto – con Franco Morbidelli, ndr – e questo non ha certo aiutato”.

Iannone cade dopo il traguardo

Partito dalla settima fila, Iannone è rimasto imbottigliato nel traffico perdendo il contatto con il gruppo di testa ma, una volta sgranato il gruppo, ha trovato un ritmo che gli ha permesso di risalire in fino alla 13° posizione, confermando il suo trend di crescita in sella alla RS-GP. La sfida persa sul rettilineo finale contro Jorge Lorenzo gli ha fatto tagliare il traguardo al 14° posto ma, dopo la bandiera a scacchi, una brutta caduta lo ha costretto a chiedere un passaggio a Johann Zarco che lo ha caricato dietro alla sua KTM.

Cosa è successo? Mi si è chiuso l’anteriore – ha spiegato Andrea  – Dopo il traguardo la gomma si è raffreddata molto e sono caduto. Ma nel complesso è stata una gara positiva. Al mio debutto con l'Aprilia abbiamo finito a 14 secondi dal primo, questo significa che abbiamo lavorato bene. Miglioriamo ogni volta che scendiamo in pista e ho alle mie spalle un team di persone competenti che credono in me. Ingredienti fondamentali che mi permettono di essere positivo, siamo sulla strada giusta”.