Dani Pedrosa ha ufficialmente la sua curva, la 6 del circuito di Jerez, lo scorso anno teatro della carambola che lo coinvolse insieme a Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso e famosa anche per il contatto tra Michael Schumacher e Jacques Villeneuve che costò al ferrarista il Mondiale di F1 del 1997. Già conosciuta come Dry Sack, la curva 6 è stata battezzata la curva Dani Pedrosa durante una cerimonia, venerdì pomeriggio, alla fine della prima giornata di libere del Gp di Spagna.

La 6 diventa la curva Dani Pedrosa

Era uno dei soliti punti di sorpasso di Dani nelle gare. Quella curva è speciale per lui” ha detto il suo ex compagno di squadra, Marc Marquez, nella prima conferenza stampa del weekend. Il tre volte campione ed ex pilota Honda ritiratosi dalle competizioni alla fine del 2018 e oggi collaudatore della KTM è anche il pilota che ha ottenuto più podi consecutivi a Jerez, dieci di fila, salendo sul gradino più alto in quattro occasioni.

In onore di Pedrosa, all'interno della curva 6, svelato anche un monumento con i numeri della sua carriera – 295 Gran Premi, 54 vittorie, 153 podi, 49 pole e 64 giri veloci, oltre ovviamente al 26, il numero utilizzato in gara. “È un onore per me essere presente su questa pista con così tanti altri nomi importanti – ha detto Pedrosa che condivide questo riconoscimento con altri grandissimi piloti, tra cui Jorge Lorenzo, Jorge Martinez e naturalmente Angel Nieto, a cui è stato intitolato l’intero impianto – . È una sensazione molto speciale, questo circuito è stato tra i migliori della mia carriera”.

Quella di un circuito importante come quello di Jerez è un’iniziativa che apprezzo molto – il commento del ceo di Dorna Carmelo Ezpeleta – È un meraviglioso segno della magnifica traiettoria che Dani ha fatto in tutti questi anni”. Alla cerimonia presenti le autorità locali, la famiglia di Pedrosa e il pilota Alex Crivillé, il primo spagnolo a vincere un campionato del mondo nella categoria 500c. “Volevamo restituire a Dani tutto quello che ha dato a Jerez e soprattutto a questo circuito – ha detto il sindaco di Jerez, Mamen Sanchez – . Dani ha già la sua curva, la curva 6 e porterà il suo nome con tutto l’amore che questa città e questo circuito hanno di lui come pilota ma soprattutto come persona”.