Jorge Lorenzo – LaPresse
in foto: Jorge Lorenzo – LaPresse

L'infortunio è ormai alle spalle, ma Jorge Lorenzo non può ancora essere al 100% della forma fisica: normale dopo un periodo di stop forzato e il riposo assoluto che lo ha escluso da 3 Gran Premi; adesso, però, il maiorchino sta recuperando la condizione e, dopo essere tornato in sella a Silverstone mettendo a referto un 14° posto poco incoraggiante, Misano potrebbe essere la tappa giusta per rivederlo vicino al massimo della forza.

Lorenzo prosegue il recupero

Difficilmente Lorenzo riuscirà a ripetere la vittoria del 2013, ultimo successo per il maiorchino sul tracciato di Misano, ma vederlo tra i primi 10 al traguardo sembra un obiettivo più che realizzabile. Anche il pilota della Honda, nonostante sia consapevole di non poter ancora lottare per la vittoria, è convinto che nel GP di San Marino, andrà meglio rispetto all'ultima uscita.

Ogni giorno mi sento più forte e in grado di allenarmi più duramente rispetto al giorno precedente e il tempo tra le gare mi ha aiutato a recuperare. Non vedo l'ora di tornare in sella e vedere come mi sento fisicamente – ha dichiarato al sito ufficiale della Honda -. Nonostante non abbiamo completato l'intero test, siamo riusciti a trovare alcune informazioni utili per iniziare bene il fine settimana. In passato Misano è stato un buon circuito per me, quindi spero che questo fine settimana riusciremo a ricucire il distacco.

Un cauto ottimismo quello mostrato da Jorge Lorenzo alla vigilia della gara di Misano; lo spagnolo è consapevole di dover recuperare terreno rispetto ai suoi avversari così come sa di dover iniziare a segnare punti per non mandare in archivio il 2019 come la peggior stagione vissuta in MotoGP: un duplice obiettivo, quello del pilota Honda, che spingerà Lorenzo a cercare il massimo nonostante le non perfette condizioni fisiche anche in Italia cercando di mettere a segno qualche punto utile più dal punto di vista del morale che in ottica mondiale.