Marc Marquez – Getty images
in foto: Marc Marquez – Getty images

Marc Marquez e il suo sesto titolo in MotoGP – l'ottavo in carriera – sono sempre più vicini: allo spagnolo della Honda, infatti, basterà fare due punti in più rispetto ad Andrea Dovizioso, 2° nel mondiale, por portare a casa il campionato 2019 e chiudere ogni discorso iridato sfruttando il primo match point. A Buriram, in Thailandia, Marquez avrà quindi l'opportunità di blindare un mondiale fin qui dominato facendo scorrere i titoli di coda su una stagione mai realmente in discussione.

Una missione, quella che attende lo spagnolo, tutt'altro che impossibile visto il ruolino di marcia tenuto in questo 2019 vissuto da protagonista assoluto: su 14 gare disputate, infatti, Marquez è riuscito a portarne a casa 8 chiudendo, nella peggiore delle ipotesi, al 2° posto tranne che nel GP delle Americhe quando si ritirò. Nonostante i favori del pronostico siano tutti dalla sua parte, però, il campione del mondo in carica preferisce non sbilanciarsi troppo pur ammettendo di voler chiudere il fretta la questione iridata.

Abbiamo trascorso un magnifico weekend ad Aragon ed è stato un piacere vincere di fronte al pubblico di casa. Ora voglio trasportare tutta questa energia e fiducia in Thailandia, dove vogliamo ripetere quelle prestazioni – ha dichiarato sul sito ufficiale del team -. Il nostro approccio non cambia, faremo il nostro lavoro per essere più forti possibile in gara. L'anno scorso abbiamo offerto uno spettacolo molto eccitante qui in Thailandia, quindi spero di replicare offrendo lo stesso show ai tifosi.

Lorenzo: "Voglio sfruttare il potenziale della Honda"

Chi invece attende con ansia la gara in Thailandia è Jorge Lorenzo; dopo l'infortunio che lo ha tenuto lontano dalla pista e l'annata non certo facile con la Honda, il maiorchino vuole dimostrare a tutti di poter ancora essere vincente come ai tempi della Yamaha. La pista di Buriram, nella passata stagione, non portò molta fortuna al campione spagnolo, pronto stavolta a prendersi una rivincita: "L'anno scorso non ho avuto il miglior weekend in Thailandia a causa di un grosso incidente che mi ha escluso dalla gara. Dopo la difficile prova ad Aragon, però, spero di poter passare un buon fine settimana. Il nostro ritmo sta migliorando, le performance della moto stanno crescendo e sfruttare questo potenziale è il nostro obiettivo per la Thailandia" ha concluso Lorenzo pronto a lottare di nuovo per le posizioni di vertice.