Joan Mir / Getty
in foto: Joan Mir / Getty

Joan Mir tornerà in pista nei test ufficiali di giovedì 25 e venerdì 26 agosto al “Marco Simoncelli” World Circuit di Misano Adriatico. Manca ancora l’ufficialità da parte della Suzuki ma secondo fonti vicine all’entourage del pilota spagnolo il peggio è ormai passato.

Mir torna a Misano per i test

Vittima di un violento incidente durante i test di Brno dello scorso 5 agosto – una brutta caduta a circa 300 km/h con tanto di moto finita oltre le barriere di protezione – Mir era stato costretto a saltare sia il GP successivo in Austria, sia quello di Silverstone della scorsa settimana a causa di una contusione polmonare che, nonostante le cure all’ospedale di Brno e poi al Dexeus di Barcellona, era sfociata in un’infiammazione dovuta al versamento pleurico con conseguente insufficienza respiratoria. Una condizione che, in presenza di un quadro clinico abbastanza buono, ha richiesto un’adeguata terapia di supporto per il recupero dell’attività polmonare. In attesa del completo recupero, a Silverstone la Suzuki è stata costretta da regolamento a schierare un sostituto, il collaudatore Sylvain Guintoli, tornato sulla GSX-RR dopo l’impegno alla 8 ore di Suzuka, nel GP della Repubblica Ceca e nei test supplementari di Brno e in Finlandia al nuovo KymiRing.

Mir, si apprende, si è ripreso dall’infortunio ed è tornato a svolgere gli allenamenti a pieno regime, inclusi quelli con il motard e la moto da cross. Il 21enne spagnolo sarà dunque in pista a Misano per prendere parte al test ufficiale di questa settimana, dove potrà ritrovare il ritmo e verificare le condizioni in vista del prossimo appuntamento in calendario, il GP di San Marino e della Riviera di Rimini del 15 settembre.