Diciamo che è un problema in chiave simpatica”. È stata questa la traduzione di “bega” arrivata da Valentino Rossi dopo che Fabio Quartararo ha chiesto in giro quale fosse il significato di quel termine attribuitogli a Misano dal Dottore. “Un onore che dica questo” ha detto il giovane francese che, incassati i complimenti per il talento fuori dal comune, in pista continua a confermare che le sensazioni del paddock sono qualcosa in più di un’impressione. Ieri, il miglior tempo nelle libere 1, poi la piazza d’onore nelle libere 2, scavalcato nel finale da Maverick Vinales di appena 78 millesimi Questa mattina la determinazione di riprendersi la pole provvisoria in vista delle qualifiche di oggi pomeriggio.

Quartararo: uno-due con Vinales, 7° Rossi

La grande audacia nel testa a testa finale con Vinales e l’ultimo giro veloce, con cui ha riportato la sua Yamaha satellite davanti all’ufficiale del compagno di marca, hanno infatti consegnato al Diablo Quartararo il comando della classifica combinata dei tempi, conquistata nelle battute finali delle libere 3 con il tempo di 1’32.081 e 3 decimi e mezzo di vantaggio sul miglior giro trovato dallo spagnolo.

La vera sorpresa è che a inseguire il duo Yamaha c’è la KTM di Pol Espargaro, anche se staccato di oltre mezzo secondo dal riferimento, riuscito a mettere le ruote davanti a Marc Marquez che con la sua Honda ha contenuto il ritardo in poco più di 6 decimi. Subito dietro al leader del Mondiale troviamo l’altra M1 satellite con Franco Morbidelli in quinta piazza, la Honda di Takaaki Nakagami e la M1 ufficiale di Valentino Rossi, settimo a 1 secondo dalla vetta. Trovano un posto nella top ten che garantisce l’accesso diretto alle Q2 anche il pilota della Suzuki Alex Rins e le Ducati di Michele Pirro e Andrea Dovizioso.

Peccato invece per Pecco Bagnaia, 14° con la GP19 del team Pramac, rimasto fuori dai dieci per 1 decimo, e Danilo Petrucci, 17° con l’altra Desmosedici ufficiale. Ad affrontare il taglio delle Q1 anche Cal Crutchlow e Jack Miller, come Jorge Lorenzo che si ritrova 19esimo a quasi 2 secondi dalla vetta e che nelle fasi finali ha rischiato anche la caduta dopo una bruttissima chiusura dell’anteriore sul rettilineo di partenza. Male anche l’Aprilia, con Alex Espargaro 18° e Andrea Iannone 21° e dolorante alla spalla dopo la botta rimediata nella caduta di ieri nelle libere 1.

Accedono direttamente alla Q2: Quartararo, Vinales, Pol Espargaro, Marquez, Morbidelli, Nakagami, Rossi, Rins, Pirro e Dovizioso.

Classifica dei tempi MotoGP

Prove libere 3, GP di San Marino e della Riviera di Rimini
Misano Adriatico, 14 settembre 2019
1 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 290.3 1'32.081
2 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 291.1 1'32.437 0.356 / 0.356
3 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 294.2 1'32.646 0.565 / 0.209
4 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 295.0 1'32.686 0.605 / 0.040
5 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 291.8 1'33.056 0.975 / 0.370
6 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 290.3 1'33.098 1.017 / 0.042
7 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 290.3 1'33.103 1.022 / 0.005
8 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 293.4 1'33.140 1.059 / 0.037
9 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 298.3 1'33.294 1.213 / 0.154
10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 297.5 1'33.340 1.259 / 0.046
11 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 290.3 1'33.373 1.292 / 0.033
12 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 290.3 1'33.426 1.345 / 0.053
13 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 295.8 1'33.432 1.351 / 0.006
14 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 289.5 1'33.448 1.367 / 0.016
15 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 291.8 1'33.497 1.416 / 0.049
16 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 294.2 1'33.550 1.469 / 0.053
17 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 294.2 1'33.680 1.599 / 0.130
18 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 291.1 1'33.890 1.809 / 0.210
19 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 292.6 1'33.951 1.870 / 0.061
20 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 292.6 1'34.177 2.096 / 0.226
21 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 294.2 1'34.423 2.342 / 0.246
22 29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 288.7 1'34.537 2.456 / 0.114
23 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 289.5 1'34.644 2.563 / 0.107