Fabio Quartararo / Getty
in foto: Fabio Quartararo / Getty

Il weekend di Sepang inizia al meglio per le Yamaha e per Fabio Quartararo che dopo aver dominato il turno del mattino, fa la voce grossa anche nel secondo turno di libere, piazzando nel finale uno strepitoso 1’58.576 con cui ha ritoccato il best lap che gli aveva già assicurato il nuovo record nelle FP1. Il tutto nonostante le sue condizioni fisiche non siano ancora al cento per cento per le conseguenze dell’incidente nelle libere 1 di Phillip Island, in particolare al piede sinistro ancora dolorante e che lo costringe a muoversi nel paddock con l’aiuto dei un paio di stampelle.

Alle spalle di Quartararo, sfruttano al meglio la gomma morbida sia Andrea Dovizioso, secondo a 6 decimi dal riferimento. sia Valentino Rossi, 3° a fine turno e tra i pochi piloti riusciti a scalare le parti alte della classifica, migliorando il proprio personale. Non è invece riuscito ad accorciare le distanze Marc Marquez che ha provato anche un nuova leva del freno posteriore superiore a quella della frizione, solo 13° a fine turno ma comunque in sesta posizione in classifica combinata. Situazione analoga anche per lo spagnolo della Suzuki Alex Rins, decimo nelle FP2 ma 7° nell’abbinata dei tempi.

Non cambia il resto della top ten, con il pilota della Ducati Pramac Jack Miller che si ritrova in 8° posizione davanti all’Aprilia di Aleix Espargaro e alla Honda di Cal Crutchlow. Migliora nel finale anche Pecco Bagnaia che per soli 63 millesimi resta però fuori dalle prime dieci posizioni. Attardato Danilo Petrucci che non è riuscito a scendere sotto il muro dei 2 minuti, così come le Honda di Johann Zarco, 14° e Jorge Lorenzo, 17°. Non è tornato in pista Miguel Oliveria che ha deciso di non continuare il fine settimana della Malesia a causa dei problemi fisici causati dal brutto incidente di Phillip Island, in particolare per l’infortunio alla mano destra che lo ha costretto a saltare anche la gara in Australia. Il pilota portoghese aveva provato a tornare in pista al mattino ma, dopo poche tornate, il forte dolore lo ha costretto a tornare al box e a concludere in anticipo il fine settimana.

Classifica dei tempi MotoGP

Prove libere 2, GP di Malesia – Sepang 1/11/2019
1 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 322.3 1'58.576
2 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 329.2 1'59.206 0.630 / 0.630
3 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 322.3 1'59.284 0.708 / 0.078
4 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 321.4 1'59.502 0.926 / 0.218
5 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 328.2 1'59.593 1.017 / 0.091
6 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 326.2 1'59.707 1.131 / 0.114
7 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 326.2 1'59.711 1.135 / 0.004
8 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 322.3 1'59.774 1.198 / 0.063
9 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 320.4 1'59.845 1.269 / 0.071
10 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 323.3 1'59.849 1.273 / 0.004
11 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 324.3 1'59.984 1.408 / 0.135
12 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 327.2 2'00.057 1.481 / 0.073
13 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 324.3 2'00.215 1.639 / 0.158
14 5 Johann ZARCO FRA LCR Honda IDEMITSU Honda 325.3 2'00.268 1.692 / 0.053
15 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 323.3 2'00.477 1.901 / 0.209
16 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 322.3 2'00.658 2.082 / 0.181
17 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 324.3 2'00.705 2.129 / 0.047
18 29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 321.4 2'01.190 2.614 / 0.485
19 82 Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM 319.5 2'02.017 3.441 / 0.827
20 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 316.7 2'02.429 3.853 / 0.412