Qualifiche complicate in Malesia per Marc Marquez. Nel corso delle fasi finali delle Q2 l’otto volte campione del mondo è stato violentemente sbalzato in aria dalla sua Honda, picchiando forte a terra in curva 2. Lo spagnolo stava cercando di sfruttare il gancio del poleman Fabio Quartararo quando, dopo un giro in attesa che il rookie francese alzasse il ritmo, è incappato in un brutto highside ritrovandosi letteralmente sbalzato in aria prima di battere violentemente sull’asfalto. Nel provare a contenere la caduta, Marquez ha rimediato una strana rotazione del ginocchio sinistro, per poi colpire il suolo con il piede sinistro, con il ginocchio destro e infine con entrambe le spalle e il resto del corpo. Rientrato al box senza che fosse necessario l’intervento di barella e ambulanza, Marquez si è recato al centro medico del circuito per i controlli del caso.

Le condizioni del pilota Honda

I primi accertamenti hanno escluso la presenza di fratture, come spiegato dal responsabile medico della MotoGP, il dott. Angel Charte. “Fisicamente – dice ai microfoni di DaznMarc è un po’ dolorante. Ha riportato un forte trauma con contusioni multiple, in particolare alle ginocchia, e ha anche una contusione a entrambe le spalle”. Fortunatamente, spiega ancora Charte, i controlli radiografici “non ha mostrato fratture o lesioni interne” per cui è Marquez stato ritenuto fit, dunque idoneo a proseguire il weekend. Tuttavia, nelle prossime ore, verrà valutata l’evoluzione delle sue condizioni. “Ora lo tratteremo con antinfiammatori contro il dolore e crioterapia e domani valuteremo quale sarà l’evoluzione del quadro clinico. Per adesso sta bene, in serata vedremo quale sarà la situazione e come reagirà al trattamento farmacologico”.

La caduta di Marc Marquez nelle qualifiche del GP di Malesia / MotoGP.com
in foto: La caduta di Marc Marquez nelle qualifiche del GP di Malesia / MotoGP.com

In linea di principio, Marquez potrà tornare in pista nel warm up di domani mattina e disputare il GP di Malesia anche se l’11° casella in griglia di partenza lo costringerà a una gara di rimonta se vorrà salire sul podio di Sepang, un circuito dove nel weekend la Yamaha sta dando un’importante dimostrazione di forza, in particolare con il rookie Fabio Quartararo alla quinta pole in questa sua prima stagione da esordiente in MotoGP.