La prima giornata di test di Valencia si chiude in anticipo, a causa della pioggia, con Maverick Vinales davanti a tutti, autore del miglior tempo di giornata in 1’34.416, seguito da Marc Marquez a tre decimi, in seconda posizione, e Valentino Rossi, terzo a poco più di 4 decimi dal riferimento del compagno di squadra. Giornata abbastanza positiva per i due piloti Yamaha che hanno utilizzato la prima versione del motore 2019, con prime impressioni positive.

Vinales in pista con il nuovo numero 12 sulla carena / MotoGP.com
in foto: Vinales in pista con il nuovo numero 12 sulla carena / MotoGP.com

Subito veloce Morbidelli, sorprende Bagnaia

Quarto tempo per Andrea Dovizioso che ha chiuso a 1 millesimo dal tempo di Valentino. Buon quinto tempo per il tedesco Stefan Bradl che sostituisce l’infortunato Cal Crutchlow in sella alla Honda del team LCR. Sesto tempo per Franco Morbidelli, subito veloce sulla Yamaha M1, staccato di 669 millesimi dalla vetta. Settimo tempo per Aleix Espargaro che precede Danilo Petrucci, protagonista di un buon debutto nella squadra ufficiale. Nono tempo per Pol Espargaro seguito da Michele Pirro, caduto alla curva 6 senza particolari danni fisici ma solo qualche contusione.

Lorenzo alla prima uscita con la Honda

È sembrato esserci subito un buon feeling tra il campione del mondo Moto2 Pecco Bagnaia e la Ducati del team Pramac, che ha trovato l’undicesimo tempo davanti a Rins, Nakagami e il compagno di squadra Jack Mlller. Quindicesimo tempo per Joan Mir al debutto con la Suzuki, seguito da Tito Rabat e Johann Zarco alla prima uscita con la KTM. Primi chilometri con la Honda anche per Jorge Lorenzo, diciottesimo a fine giornata, seguito da Andrea Iannone all’esordio con l’Aprilia.

Completano la classifica della prima giornata, Abraham, Smith, Folger – che da oggi inizia a ricoprire il ruolo di collaudatore del test team Yamaha, dopo essere stato fermato dalla Sindrome di Gilbert – Fabio Quartararo, Hafitch Syahrin e Miguel Oliveira.