Quella di Buriram potrebbe non essere la gara decisiva del campionato MotoGP. A Marc Marquez basterà guadagnare due punti su Andrea Dovizioso per chiudere i giochi iridati ma guardando il livello dei rivali, l’impresa non è così facile per il campione della Honda. Davanti a tutti, dalla prima casella della griglia di partenza, scatterà Fabio Quartararo che, per la quarta volta in questa sua stagione da rookie ha conquistato la pole del GP di Thailandia. Non senza correre il rischio di saggiare l’asfalto, quando ha abbassato il riferimento con cui si era già assicurato pole e nuovo record della pista, salvo finire a terra alla curva 15.

A terra anche Rossi e Marquez

Curva 5 che ha tradito lo stesso Marquez, scivolato nel finale ma comunque terzo a fine turno, subito dietro a Maverick Vinales che in griglia lo precede con la Yamaha ufficiale. Seconda fila per l’altra M1 satellite con Franco Morbidelli davanti al ducatista Danilo Petrucci, transitato dalle Q1, e al suo compagno di marca Jack Miller. Ad aprire la terza fila è Andrea Dovizioso, settimo in griglia davanti a Joan MIr e Valentino Rossi, anche lui incappato in una caduta, sempre alla curva 5.

Valentino Rossi dopo la caduta alla curva 5 / MotoGP.com
in foto: Valentino Rossi dopo la caduta alla curva 5 / MotoGP.com

Il pesarese è finito a terra durante il suo primo run, tornando in pista per il time attack finale con la seconda M1 a sua disposizione, senza andare oltre il nono tempo in classifica. Alle sue spalle, dalla quarta fila parte Alex Rins con l’altra Suzuki e i fratelli Aleix e Pol Espargaro rispettivamente su Aprilia e KTM.

Quinta fila per il britannico della Honda LCR Cal Crutchlow che in griglia precede il compagno di squadra Taakaki Nakagami e la Ducati Pramac di Pecco Bagnaia, incappato in un’innocua caduta alla fine delle Q1. Sesta fila dello schieramento per Andrea Iannone, Miguel Oliveira e Tito Rabat, penultima per Jorge Lorenzo, Karel Abraham e Mika Kallio, ultimo in griglia Hafitz Syahrin.

Classifica dei tempi MotoGP

Qualifiche nr. 2 sabato 5 ottobre 2019
1 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 326.2 1'29.719
2 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 325.3 1'29.825 0.106 / 0.106
3 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 327.2 1'29.931 0.212 / 0.106
4 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 321.4 1'30.431 0.712 / 0.500
5 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 330.2 1'30.522 0.803 / 0.091
6 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 331.2 1'30.597 0.878 / 0.075
7 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 327.2 1'30.692 0.973 / 0.095
8 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 326.2 1'30.735 1.016 / 0.043
9 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 321.4 1'30.741 1.022 / 0.006
10 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 326.2 1'30.778 1.059 / 0.037
11 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 325.3 1'31.065 1.346 / 0.287
12 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 325.3 1'31.258 1.539 / 0.193

Qualifiche nr. 1 sabato 3 ottobre 2019
1 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 327.2 1'30.685
2 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 325.3 1'30.956 0.271 / 0.271
3 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 329.2 1'30.969 0.284 / 0.013
4 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 323.3 1'31.388 0.703 / 0.419
5 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 324.3 1'31.416 0.731 / 0.028
6 29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 323.3 1'31.428 0.743 / 0.012
7 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 320.4 1'31.499 0.814 / 0.071
8 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 328.2 1'31.554 0.869 / 0.055
9 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 327.2 1'31.605 0.920 / 0.051
10 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 328.2 1'31.773 1.088 / 0.168
11 82 Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM 321.4 1'31.849 1.164 / 0.076
12 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 319.5 1'31.979 1.294 / 0.130