Il forte vento che da questa mattina sta flagellando Phillip Island ha portato alla cancellazione delle qualifiche del GP d’Australia. La decisione è arrivata dopo una riunione straordinaria della safety commission, viste le condizioni che i piloti si sono ritrovati ad affrontare nel quarto turno di libere della giornata.

Bandiera rossa per il forte vento

Condizioni complicate che, oltre a far volare in pista i numeri di segnalazione, hanno portato a una brutta caduta il portacolori del team KTM Tech3, il portoghese Miguel Oliveira, che alla curva 1 è stato spinto da una raffica di vento fuori pista senza, fortunatamente, gravi conseguenze. Oliveira ha pizzicato il cordolo, surfando sull’erba a gran velocità prima di picchiare a terra, rotolando nella via di fuga.

Una caduta che ha portato alla decisione di esporre la bandiera rossa e all’improvvisa riunione dei piloti che, a dodici minuti dalla fine delle FP4, hanno raggiunto la Direzione gara, decidendo di cancellare il programma della giornata di oggi e di riviare a domani le qualifiche della MotoGP.

Cancellate le qualifiche della MotoGP

Le Q1 e Q2 della MotoGP sono rimandate a domani, motivo per cui il programma della giornata di domenica subirà delle variazioni. Questa la comunicazione ufficiale arrivata dalla Direzione Gara. Le condizioni verranno rivalutate nella mattinata di domani e verrà presa la decisione in merito alle Q1 e Q2 che potrebbero disputarsi dopo il warm up del mattino.

Nel frattempo, le condizioni meteo in quello che doveva essere l’orario delle qualifiche sono ulteriormente peggiorate e, oltre al vento molto forte, la pioggia è tornata a cadere sostenuta. Non è noto l’orario in cui verrà presa la decisione ma, in ogni caso, arriverà prima dell’inizio delle attività in pista, inizialmente programmata per le 9:40 ora locale, quando in Italia saranno le 00:40. Se le condizioni meteo non permetteranno di recuperare le qualifiche, potrebbe essere deciso di utilizzare la classifica combinata dei tempi per definire la griglia di partenza.

Vento e freddo nelle libere 3, gira Quartararo

Gocce di pioggia ma soprattutto tanto vento che hanno reso praticamente inutili le FP3 per quasi tutti i piloti. Condizioni che dopo pochi minuti hanno costretto la Direzione Gara a esporre la bandiera rossa dopo che uno dei tecnici di Jack Miller si è visto strappare dalle mani la sua tabella, finita con una folata di vento sul rettilineo principale, spedendo negli stessi istanti anche Joan Mir a terra mentre rientrava al box. A lasciare la pit-lane solamente undici piloti ma tempi lontani di oltre 2 secondi da quelli della prima giornata, con Maverick Vinales che si è comunque confermato il più veloce (1’31.338) dopo aver dominato la prima giornata di prove.

Turno che, ad ogni modo, è servito a Fabio Quartararo a riprendere confidenza con la pista dopo l’incidente che ieri lo ha costretto a saltare le FP2. Il rookie della Yamaha SRT ha sfruttato qualche giro per verificare le condizioni del piede infortunato, logicamente senza migliorare il proprio personale, e restando dunque fuori dalle prime dieci posizioni della classifica combinata. Accedono direttamente alla Q2: Maverick Vinales, Andrea Dovizioso, Cal Crutchlow, Danilo Petrucci, Jack Miller, Marc Marquez, Valentino Rossi, Alex Rins, Fabio Morbidelli e Aleix Espargaro.