Pol Espargaro insieme agli uomini del team KTM in Australia / Getty
in foto: Pol Espargaro insieme agli uomini del team KTM in Australia / Getty

Dopo la rottura di Johann Zarco con la KTM, anche l’ultimo posto ancora in forse nell’elenco piloti MotoGP 2020 ha trovato un nome: sarà il 19enne Iker Lecuona a difendere i colori del costruttore austriaco in top class. L’ufficialità della notizia è arrivata alla vigilia del GP d’Australia a Phillip Island, dove la KTM ha annunciato l’ingaggio del giovane talento spagnolo, ultimo tassello che completa lo schieramento di partenza nella prossima stagione.

Ultimo tassello in MotoGP

Per Lecuona, già entrato a fare parte dei programmi originari della KTM ma per correre con il team Ajo in Moto2, si tratterà del salto di categoria che però affronterà in sella a una delle RC13 del team Tech3 di Hervé Poncharal, dove avrebbe dovuto fare il suo esordio il sudafricano Brad Binder. Altra notizia è infatti la promozione di Binder nel team ufficiale, dove erediterà la moto lasciata libera da Zarco e andrà ad affiancare l’esperto Pol Espargaro.

Nella prossima stagione, Lecuona e Binder saranno i due soli esordienti in griglia, per cui la lotta per il titolo di rookie sarà una sfida interna tra i due piloti di Matthingofen. “Era chiaro che i nostri piani per il 2020 sarebbero dovuti cambiare – ha detto il Ceo di KTM Motorsport Pit Beirer – . Abbiamo deciso di muoverci in questa direzione e permettere a due giovani di mostrarci cosa sono capaci di fare in MotoGP. Brad ha saputo farsi strada nella struttura KTM, quindi non abbiamo alcun dubbio che possa entrare a far parte del team ufficiale e continuare a mostrare l’atteggiamento che lo ha sempre contraddistinto".

"Iker, invece, entra nel team KTM Tech3 e siamo fiduciosi che Hervé e i suoi ragazzi saranno in grado di aiutare a crescere un altro rookie come hanno fatto quest’anno con Oliveira”. Soddisfazione anche nelle parole di Poncharal: “Sono personalmente felice di lavorare con un rookie giovane e talentuoso come Iker. Questa è la strada da percorrere per il futuro e abbiamo visto che lo stesso approccio ha portato un certo successo ad altre squadre”.

Griglia di partenza MotoGP 2020

Repsol Honda Team: Marc Marquez – Jorge Lorenzo
Ducati Team: Andrea Dovizioso – Danilo Petrucci
Monster Energy Yamaha MotoGP: Maverick Viñales – Valentino Rossi
Team Suzuki Ecstar: Joan Mir – Alex Rins
Red Bull KTM Factory Racing: Pol Espargaro – Brad Binder
Aprilia Racing Team Gresini: Andrea Iannone – Aleix Espargaro
Petronas Yamaha SRT: Fabio Quartararo – Franco Morbidelli
Pramac Racing Ducati: Jack Miller – Francesco Bagnaia
LCR Honda: Cal Crutchlow – Takaaki Nakagami
Red Bull KTM Tech 3: Miguel Oliveria – Iker Lecuona
Reale Avinita Racing: Karel Abraham – Tito Rabat