La pole del GP di San Marino e Riviera di Rimini è di una Yamaha: quelle che erano le attese della vigilia hanno trovato conferma nel best lap di Maverick Vinales, riuscito nel finale a fermare il cronometro in 1’32.265 e a piazzare il suo nome sul rigo più alto della tabella dei tempi. La vera sorpresa è invece arrivata da Pol Espargaro che con la sua KTM ha trovato il secondo tempo, scavalcando un velocissimo Fabio Quartararo che con il terzo crono guadagna comunque la prima fila. Seconda fila per l’altra Yamaha satellite, con Franco Morbidelli riuscito a mettere le ruote davanti al leader del Mondiale Marc Marquez, complice anche l’ultimo tentativo dello spagnolo sfumato nel caos nato da un’incomprensione con Valentino Rossi.

Rossi-Marquez, nuova incomprensione

Marquez, con ancora la tuta grattugiata nell’innocua scivolata rimediata nelle libere 4, è stato particolarmente attento nel cercare la giusta scia già nelle prime fasi, quando ha aspettato il gruppo e poi è andato largo per ritrovarsi “casualmente” dietro a Quartararo. All’ultima uscita per il time attack finale, sempre con la moto della caduta, lo spagnolo ha identificato Valentino Rossi come traino ma alla fine, proprio dal suo gancio, è nato un malinteso quando, in un incrocio di traiettoria nell’ultimo giro lanciato, i due si sono ritrovati uno accanto all’altro, in un attimo ha ricordato i vecchi fatti intercorsi a Sepang nel 2015 e in Argentina lo scorso anno. Una manovra che rischia di finire sotto la lente dei commissari che potrebbero decidere di intervenire su quanto accaduto.

In attesa di comunicazioni ufficiali, Rossi – che ha chiuso con il settimo tempo le qualifiche – scatterà dalla terza fila, subito dietro ad Andrea Dovizioso e seguito da Johann Zarco, che transitato tra l’altro dalle Q1, ha messo dietro la Suzuki di Rins. Quarta fila per l’altro portacolori di Hamamatsu, Johan Mir che, superate anche lui le Q1, precede Nakagami e Michele Pirro.

Quinta fila per Pecco Bagnaia, rimasto tagliato fuori di 3 millesimi dalle Q2, che in griglia precede Cal Crutchlow e Aleix Espargaro. Sesta fila per Jack Miller, seguito da Danilo Petrucci e Jorge Lorenzo. Alle loro spalle, Miguel Oliveira, Hafitz Syahrin e Karel Abraham. Ultima fila per Tito Rabat mentre non è tornato in pista Andrea Iannone che dopo la caduta rimediata nelle libere 1 di ieri ha lamentato un grande dolore alla spalla sinistra per cui è stato richiamato al centro medico per gli opportuni controlli sulla capacità di guidare. Come riportato anche dal responsabile della clinica mobile, il dott. Michele Zasa, Iannone è in grosse difficoltà perché “ha una sofferenza piuttosto diffusa di tutta la struttura capsulo-legamentosa”. Un condizione che “seguendo quello che dice il regolamento e anche quello che sono le impressioni dei medici” ha costretto l’abruzzese a recarsi al centro medico “per una valutazione congiunta sulla capacità di guidare, per decidere se è fit o meno, perché in questo momento per lui la vediamo piuttosto dura”.

Classifica dei tempi MotoGP

Qualifiche n. 2 GP di San Marino
1 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 287.2 1'32.265
2 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 291.8 1'32.560 0.295 / 0.295
3 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 288.7 1'32.571 0.306 / 0.011
4 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 287.2 1'32.710 0.445 / 0.139
5 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 294.2 1'32.742 0.477 / 0.032
6 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 293.4 1'33.038 0.773 / 0.296
7 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 288.7 1'33.079 0.814 / 0.041
8 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 288.0 1'33.123 0.858 / 0.044
9 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 292.6 1'33.265 1.000 / 0.142
10 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 290.3 1'33.431 1.166 / 0.166
11 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 288.0 1'33.449 1.184 / 0.018
12 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 293.4 1'33.461 1.196 / 0.012

Qualifiche n. 1 GP di San Marino
(Q2) 1 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 287.2 1'33.147
(Q2) 2 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 291.1 1'33.485 0.338 / 0.338
3 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 288.0 1'33.488 0.341 / 0.003
4 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 292.6 1'33.516 0.369 / 0.028
5 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 288.7 1'33.522 0.375 / 0.006
6 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 292.6 1'33.571 0.424 / 0.049
7 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 289.5 1'33.630 0.483 / 0.059
8 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 291.1 1'33.777 0.630 / 0.147
9 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 284.9 1'34.162 1.015 / 0.385
10 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 289.5 1'34.322 1.175 / 0.160
11 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 287.2 1'34.401 1.254 / 0.079
12 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 290.3 1'34.904 1.757 / 0.503
29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia