Maverick Vinales / Getty
in foto: Maverick Vinales / Getty

Mancano ancora quattro gare al termine di questa stagione ma l’attenzione è già al 2020 e a quello che si prospetta un intricatissimo mercato piloti visto che, alla fine del prossimo anno, tutti i big della MotoGP avranno il contratto in scadenza. Dietro le quinte sembra che qualcosa si stia già muovendo, in particolare in Yamaha dove, oltre alla possibilità che Valentino Rossi decida di non continuare (“Dai risultati si capirà se sarà l'ultimo anno”) non sembra essere così scontato neppure il rinnovo di Maverick Vinales. Nel paddock circolano voci di un suo ritorno in Suzuki, dove però gli spagnoli Alex Rins e Joan Mir pare si siano ben accasati.

Vinales: "Non so se continuerò con la Yamaha"

In un’intervista a Dazn, Vinales ha lasciato intendere un suo divorzio con la casa di Iwata. “Non so se la soluzione migliore, al momento attuale, sia continuare con Yamaha – le parole dello spagnolo nel post gara di Buriram, dove ha ottenuto la terza posizione alle spalle di Marc Marquez e del compagno di marca Fabio Quartararo – . In questo momento io e Fabio stiamo facendo la differenza ma per il futuro non si sa mai, alla fine dovremo scegliere ciò che sarà meglio per ognuno di noi”.

Se sarò competitivo, ci saranno altre offerte da prendere in considerazione, non solo quella della Suzuki” ha aggiunto Vinales che, incalzato sul suo futuro, ha allargato ad altre opzioni. Si parla di un team in cerca di un pilota che “stacchi forte e acceleri presto”, una descrizione che potrebbe indicare una moto come la Honda (con cui le difficoltà di Jorge Lorenzo non sono un mistero, oltre alla possibilità che Cal Crutchlow dica addio al mondo delle corse) ma anche la Ducati, nella prossima stagione sempre nelle mani di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci ma che, con i due ufficiali in scadenza, Borgo Panigale potrebbe decidere di affidare a una nuova coppia di piloti.