Quello che può sembrare un gioco per bambini, in realtà è un vero e proprio studio avanzato. Il Nissan Technical Center North America di Farmington Hills, Michigan, ospita differenti laboratori che mettono alla prova differenti componenti delle vetture prima di avviarne la produzione in serie. Tra la numerose attrezzature, Nissan si serve anche di un piccolo autolavaggio in miniatura, il cui compito è testare la resistenza delle vernici.

Differenti test per le vernici. Il mini autolavaggio di Nissan nasce con l'intento di simulare differenti condizioni estreme a cui può essere sottoposta una vettura. I test hanno il compito di verificare l'affidabilità dello smalto e verificarne la durata non solo nel tempo, ma anche in seguito a vari agenti atmosferici. Il piccolo autolavaggio si presenta come una scatola di vetro, al cui interno è installata una delle tipiche spazzole blu rotanti utilizzate negli autolavaggi ed una serie di ugelli che spruzzano acqua ad alta pressione sulla vernice. Durante i test vengono simulati numerosi cicli di lavaggio e le mattonelle vengono sporcate con differenti agenti esterni che potrebbero danneggiare la carrozzeria di una vettura.

mini-autolavaggio
in foto: Il mini autolavaggio di Nissan.

Mini lavaggio per mini coupé. Generalmente i test vengono effettuati su delle mattonelle rettangolari, ma Nissan ha voluto mostrare l'efficacia del suo autolavaggio su un modellino in scala 1:16 di una 370Z coupé. La vettura riceve un vero e proprio lavaggio dalla spazzola che ruota ad un regime di 180 giri al minuto. Per scopi puramente scientifici, prima del lavaggio la vettura viene "sporcata" con una corposa quantità di sabbia dell'Arizona, per valutare la resistenza della vernice in condizioni estreme. Il risultato finale è una 370Z in miniatura perfettamente pulita, anche dopo essere stata sporcata in ogni modo.