Kimi Raikkonen – Getty images
in foto: Kimi Raikkonen – Getty images

La gara di Sochi, per Kimi Raikkonen, ha rappresentato un vero e proprio incubo: penalizzato per falsa partenza, il finlandese non è riuscito a fare meglio del 13° posto finale in un Gran Premio che non lo ha mai visto realmente protagonista. La trasferta in Russia, però, ha permesso all'ex pilota della Ferrari di tagliare un traguardo importante superando Michael Schumacher: quella di Sochi, infatti, è stata la gara numero 307 superando proprio il campione tedesco e diventando il 3° nella storia della Formula 1 per numero di GP disputati.

Un record di longevità, quello di Kimi Raikkonen, che permette al pilota finlandese di superare proprio il pilota dal quale aveva ereditato il volante della Ferrari con la quale nel 2007 conquistò il suo primo e unico titolo mondiale. Un primato che neanche l'attuale driver dell'Alfa Romeo Racing pensava di poter raggiungere: "Nel 2001 quando ho iniziato pensavo di fare una o due stagioni; in effetti poi mi sono anche fermato, però poi ho ricominciato. Non mi aspettavo di correre così a lungo, ma finché sento di poter correre a questo livello continuerò a farlo" sono state le sue parole nel weekend russo.

Solo Alonso e Barrichello hanno corso più gare di lui

Dopo aver superato Michael Schumacher e Jenson Button, davanti all'ex pilota della Ferrari rimangono solo Fernando Alonso, a quota 311, e soprattutto Rubens Barrichello, detentore del record con 322 Gran Premi disputati. Raikkonen, dal canto suo, potrebbe diventare il pilota con più gare disputate entro l'anno prossimo: mentre l'aggancio ad Alonso potrebbe arrivare già entro il termine di questa stagione, nel 2020 – qualora corresse tutti i GP in calendario – potrebbe balzare in testa a questa speciale classifica nel prossimo luglio. Un record di longevità inaspettato per tutti, Raikkonen compreso.