L'assicurazione auto è una delle voci più pesanti nei costi relativi all'automobile, ma da luglio, per i guidatori più virtuosi, peserà un po' di meno: come previsto nel regolamento Ivass che il 10 aprile scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, infatti, l'istituo ha stabilito i criteri con i quali le compagnie assicurative saranno obbligate a fornire sconti agli assicurati.

Sconti a chi installa scatola nera o alcolock

La norma, che mira a garantire agli assicurati il riconoscimento di sconti sul premio in ragione della riduzione del rischio a carico dell'impresa connesso al ricorrere di una o più delle condizioni indicate, nonché alla progressiva riduzione delle differenze dei premi Rc auto applicati sul territorio nazionale, a parità di rischio, nei confronti degli assicurati virtuosi residenti nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato, prevede lo sconto obbligatorio, in caso di consenso da parte degli assicurati, a chi sceglierà una tra ispezione preventiva del veicolo, installazione della scatola nera oppure la presenza sul veicolo di meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge per la conduzione di veicoli a motore, il cosiddetto alcolock.

Gli sconti saranno disponibili dal 10 luglio

Quelli sopra elencati, però, non sono gli unici modi per beneficiare degli sconti relativi al premio Rc auto. Anche chi, negli ultimi quattro anni, non ha provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria purché abbiano installato o installino meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo, quali la scatola nera o equivalenti, e risieda nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato, individuate dall'Ivass, potrà rientrare tra coloro che pagheranno un importo minore. Sulla base di dati indagini statistiche, l'Ivass ha pubblicato la lista delle province interessate che dovrà essere aggiornata almeno ogni due anni. Tra queste ci sono Bari, Barletta, Benevento, ma anche province del nord o centro come Genova e Bologna e molte della Toscana, come Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Livorno e Firenze. Il provvedimento Ivass entrerà in vigore decorsi 90 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta: le compagnie avranno tempo fino al 10 luglio per prepararsi agli adempimenti prescritti dalla normativa