Thierry Bolloré – Getty images
in foto: Thierry Bolloré – Getty images

Rivoluzione in casa Renault: il cda del gruppo francese, infatti, ha rimosso Thierry Bolloré dall'incarico di Amministratore Delegato mettendo fine così, dopo neanche un anno, all'avventura del top manager alla guida della storica casa transalpina. Una decisione presa "con effetto immediato", come comunicato dalla Renault stessa in un comunicato che fa seguito alle indiscrezioni a mezzo stampa circolate nei giorni scorsi e che conferma i rapporti difficili con il presidente Jean-Dominique Senard.

Bolloré, arrivato in Renault nel 2012, era riuscito a risalire tutta la scala gerarchica fino alla nomina che lo aveva portato a ricoprire l'incarico di amministratore delegato a inizio anno, pagando però il clima di sfiducia nei suoi confronti per gli stretti legami con Carlos Ghosn e i dubbi sorti all'interno del gruppo sulla mancanza di discontinuità nella sua ascesa al vertice fino all'insoddisfazione per le performance finanziarie e commerciali ritenute non all'altezza delle aspettative. Bolloré, inoltre, il "principale interlocutore" con le ditte giapponesi Nissan e Mitsubishi per qualsiasi conversazione sull'organizzazione e l'evoluzione dell'alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi.

Jean–Dominique Senard e Thierry Bolloré
in foto: Jean–Dominique Senard e Thierry Bolloré

Clotilde Delbos nuova CEO ad interim

Il Consiglio di Amministrazione, quindi, ha deciso di sollevarlo dall'incarico nominando al suo posto Clotilde Delbos, dal 2016 direttrice finanziaria del marcho e ora CEO ad interim del gruppo. Delbos, quindi, rimarrà in carica fino "al completamento del processo di elezione del nuovo CEO" e non è escluso che possa essere proprio lei ad essere confermare nel ruolo che fino a poche ore fa apparteneva a Bolloré. Il board – spiega una nota della società – ha inoltre espresso parere favorevole sulla nomina di Olivier Murguet e Jose Vincente de los Mozos a vice direttori operativi per supportare Clotilde Delbos nelle sue funzioni. Inoltre, il presidente e numero uno del gruppo, Jean-Dominique Senard, assumerà la presidenza del marchio Renault durante questo periodo di passaggio.