Jonathan Rea / Getty
in foto: Jonathan Rea / Getty

Vittoria mai in discussione in Qatar per Jonathan Rea. Dopo il successo in gara-1 con cui ha regalato alla Kawasaki anche il Mondiale costruttori dopo il titolo piloti e a squadre già messi a referto, il cinque volte campione del mondo si è assicurato senza troppi problemi il gradino più alto del podio della SuperPole Race, l’ultima gara sprint di questa stagione. Scattato dalla pole, Rea ha impresso da subito un ritmo insostenibile, tagliando il traguardo con un margine di 2 secondi sul primo degli inseguitori, lo spagnolo Alvaro Bautista che torna sul podio con la Ducati.

Rea pareggia con Bautista: 16 vittorie in una stagione

Per Rea è l’87 vittoria in carriera, la numero 16 in questa stagione con cui pareggia i conti con Bautista anche lui a 16 successi stagionali: “Il mio piano era andare via fin dall’inizio e sfruttare al massimo la gomma nuova – ha spiegato Rea al parco chiuso – . Mi sono messo a testa bassa a spingere e mi sono goduto gli ultimi giri, senza fare errori. Sarò in pole anche in gara-2 per cui cercherò di finire al meglio questa stagione”. In gara-2 Rea punterà al record di 17 vittorie in una sola stagione di Doug Polen, un primato che ha eguagliato anche nel 2018.

Rea vuole prendersi tutto ma in griglia, accanto a lui, ci sarà proprio Bautista che dopo le difficoltà avute nella giornata di venerdì sembra poter tirare un sospiro di sollievo. “Abbiamo fatto confusione nel weekend e abbiamo preso una direzione sbagliata – ha spiegato lo spagnolo – . Siamo ritornati a un set up di base e mi sono sentito meglio con la moto, il feeling è tornato quello che cercavo. In gara-2 sarà difficile lottare per la vittoria ma partire davanti sarà importante”. A completare la prima fila sarà Alex Lowes che dopo il podio di ieri si assicura un altro terzo posto: “Ho fatto un po’ di fatica con il grip ma ho cercato cercato di tenere dietro Haslam – ha spiegato il portacolori della Yamaha – . Credo che in gara-2 potremo migliore ancora qualcosa. Due podi in questo weekend sono comunque un ottimo bottino”.

Rimasto invece indietro Chaz Davies che dopo la grande rimonta in gara-1, nella Superpole Race non è andato oltre il quinto posto. Davanti a lui Leon Haslam, sesto Michael Van der Mark, quindi Loris Baz, Sandro Cortese e Eugene Laverty che completeranno le tre prime file dello schieramento di gara-2. Decimo Marco Melandri che partirà dalla quarta fila di quella che sarà la sua ultima gara nel Mondiale. Alle 19 il via dell’ultima gara di questo 2019.