L'inquinamento atmosferico è uno dei problemi delle grande città e tutte le amministrazioni comunali dei maggiori centri urbani d'Europa stanno cercando misure per limitare la concentrazione di polveri sottili nell'aria. Roma, in questo caso, non fa di certo eccezione tanto che, a partire dal 18 novembre torneranno le "Domeniche ecologiche" che prevedono il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico, nella ZTL "Fascia Verde" del PGTU nelle fasce orarie che vanno dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30.

Stop anche per i diesel Euro 6

Un provvedimento, quello voluto dall'amministrazione capitolina, che ha come scopo la prevenzione e il contenimento dell’inquinamento atmosferico e la sensibilizzazione della cittadinanza sul tema della qualità dell'aria e dell’uso responsabile delle fonti energetiche. Ad essere interessati saranno tutti i veicoli con la limitazione comprende anche gli autoveicoli ad accensione spontanea diesel Euro 6. Per cercare di venire incontro alle esigenze della popolazione, inoltre, l'assessorato alla Mobilità e i relativi uffici dipartimentali provvederanno al potenziamento del trasporto pubblico locale durante le giornate di blocco totale ed in particolare durante le fasce orarie di interdizione mentre sarà compito della polizia locale far rispettare la limitazione della circolazione.

Il calendario delle domeniche ecologiche

Quella del 18 novembre 2018, però, non sarà l'unica data nella quale i romani non potranno usare liberamente la propria autovettura. Il calendario stilato dall'amministrazione di Roma, infatti, prevede lo stop anche nelle giornate del 2 dicembre 2018, 13 gennaio 2019, 10 febbraio 2019 e 24 marzo 2019. Saranno queste le 5 giornate in cui la Capitale dirà stop alle automobili anche se le date e gli orari potranno essere suscettibili di modifiche, qualora si dovessero verificare eventi, ad oggi non previsti e non prevedibili, che, da valutazioni effettuate dagli organi di governo competenti, dovessero essere ritenuti non compatibili e di interesse pubblico prevalente. Una decisione, quella delle autorità romane, che mira ad abbassare il livello di inquinamento atmosferico e che punta a sensibilizzare i cittadini sul problema grazie anche all'azione dell'Assessorato alla Sostenibilità Ambientale che promuoverà il coinvolgimento dei Municipi affinché realizzino iniziative sul tema della qualità dell'aria e dei suoi effetti sulla salute e sull'ambiente, con particolare riferimento alla mobilità sostenibile e all'utilizzo più responsabile delle fonti energetiche