Jonathan Rea
in foto: Jonathan Rea

Continua il dominio di Jonathan Rea sul mondiale Superbike: il nordirlandese, dopo aver dominato Gara-1 in Portogallo, ha fatto sua anche la Superpole Race vincendo senza mai subire la pressione avversaria e allungando ulteriormente in un mondiale che ha sempre più il suo nome. Dietro di lui grande rimonta di Alvaro Bautista, scattato dalla sesta posizione e 2° al traguardo con la Ducati davanti ad Alex Lowes.

La gara si è decisa in partenza quando Rea, scattato dalla pole position, è riuscito a mantenere la testa della corsa senza rischiare mai essere avvicinato dai rivali mentre dietro di lui Bautista rimane invischiato nel traffico perdendo tempo prezioso che sarà poi decisivo in ottica vittoria: il pilota della Kawasaki fa gara in solitaria mentre lo spagnolo, anche grazie alla potenza del motore Ducati, riesce a recuperare posizioni infilando in serie Haslam e Sykes – con uno spettacolare doppio sorpasso in fondo al rettilineo dei box – e poi Lowes con il quale riesce a spuntarla dopo un bel duello. Davanti, però, Rea è già scappato andando a prendersi la vittoria che gli permette di allargare, seppur di poco, la forbice sul grande rivale nella corsa al titolo 2019.

Un mondiale Superbike sempre più tinto di verde Kawasaki: con la vittoria nella Superpole Race, infatti, Rea sale a 470 punti contro i 374 messi a referto da Bautista. Un margine che permette al campione del mondo in carica di poter amministrare un vantaggio di 96 punti sul rivale e che potrebbero crescere ancora grazie all'ottimo rapporto con la pista di Portimao dove si correrà anche Gara-2; per il nordirlandese, infatti, quello conquistato è il nono successo in carriera sul tracciato portoghese, ai quali si aggiungono ben 16 podi.