Jonathan Rea – Superbike
in foto: Jonathan Rea – Superbike

Jonathan Rea e la Kawasaki sanno solo vincere: in Gara-1 del GP del Qatar, in programma a Losail,  il nordirlandese ha chiuso ancora una volta davanti a tutti conquistando, dopo il titolo piloti e quello team, anche il mondiale riservato ai costruttori portando la casa giapponese ancora una volta sul tetto del mondo e calando così la tripletta che ha il sapore della leggenda.

Una gara, quella di Jonathan Rea, che rappresenta una vera e propria dimostrazione di forza: il fresco campione del mondo, scattato dalla pole position, ha lasciato gli altri a giocarsi la gara involandosi verso il 15° trionfo stagionale e tagliando il traguardo da padrone assoluto. Alle sue spalle, invece, da segnalare la grande rimonta di Chaz Davies con la Ducati, autore di una gara da incorniciare che lo porta dalla 12esima casella dello schieramento alla seconda posizione finale davanti ad Alex Lowes che riesce a salvare il podio dall'attacco di Alvaro Bautista.

Una gara da ricordare per la Kawasaki che, grazie alla vittoria di Rea – unita alla quinta posizione di Leon Haslam e all'11esima di Toprak Razgatlioglu –  riesce a centrare tutti gli obiettivi stagionali battendo ancora una volta la Ducati. Un trionfo quello della casa giapponese, capace grazie soprattutto al nordirlandese, di dominare la scena nonostante un inizio complicato; adesso che i giochi sono ormai fatti le ultime gare serviranno solo per lo spettacolo e a ritoccare qualche record già in possesso e per avvicinare i pochi ancora a disposizione: Rea e la Kawasaki lo sanno e, anche nelle ultime uscite, non lasceranno nulla agli avversari rendendo spettacolare un mondiale che non ha più nulla da dire.