Il presidente Erdogan presenta la prima auto elettrica prodotta in Turchia.
in foto: Il presidente Erdogan presenta la prima auto elettrica prodotta in Turchia.

La Turchia sta per rivendicare la sua indipendenza dalle case automobilistiche straniere. Il prototipo Togg, il suv di medie dimensioni nato dall’iniziativa congiunta di cinque grandi gruppi industriali sostenuti dal governo di Ankara, è stato presentato in occasione di un evento presso l’IT Valley di Gebze dal presidente Recep Tayyip Erdogan. “Oggi assistiamo a una giornata storica per il nostro Paese – ha detto Erdogan nel suo intervento – . Stiamo realizzando un sogno vecchio 60 anni”. Il modello sarà prodotto a Bursa e “vi do una buona notizia – ha aggiunto – . Abbiamo un grande territorio che appartiene alle nostre forze armate, quattro milioni di metri quadrati di terra di cui assegneremo un milione (di metri quadrati, ndr) dove, se Allah vuole, inizieremo rapidamente a costruire la nostra fabbrica”.

Togg, l'elettrica prodotta in Turchia

Togg (che sta per Türkiye'nin Otomobili Girişim Grubu) ha chiaramente lo scopo di suscitare l’orgoglio nazionale. Verrà lanciato nel 2022 con la sua infrastruttura di ricarica e promette velocità impressionanti e costi relativamente bassi. Anche se non sono stati delineati i prezzi, si prevede però che il modello non sarà molto meno accessibile rispetto alla maggior parte dei veicoli elettrici prodotti dai principali costruttori globali. I clienti potranno scegliere tra due diverse configurazioni della batteria agli ioni di litio: la versione base con un singolo propulsore, in grado di erogare 200 cv, promette un’autonomia di 300 km con una sola ricarica, mentre il pacchetto a doppio motore (400 cv) una percorrenza di circa 480 km, con tempi di ricarica abbastanza veloci (30 minuti per una carica dell’80%). Il modello base passerà da zero a 100 km/h in 7,6 secondi mentre quello con due motori in 4,8 secondi.

Togg, che ha progettato la propria piattaforma di veicoli elettrici internamente al Paese (al di fuori della collaborazione con la società italiana di design Pininfarina), fornirà inoltre il sistema “Slow Traffic Pilot” offrendo la guida semi-autonoma di livello 2 attraverso una piattaforma che dovrebbe poi passare all’autonomia di livello 3 “e oltre”. Interni a cinque posti con aspetto futuristico, controlli interni completamente digitali, inclusa una vasta gamma di monitor sul cruscotto e sulla consolle centrale, oltre a un display per il passeggero in stile Porsche. Quanto alle dimensioni (anche queste non annunciate) sembrano essere quelle di una Mercedes GLC o di una BMW X3. Durante l’evento è stato inoltre mostrato per la prima volta il concept di una berlina ma il gruppo non ha rilasciato informazioni ufficiali su quando verrà lanciato questo secondo modello. Complessivamente, la Togg verrà sviluppata in cinque diverse versioni ma non è noto se e quando avverrà l’espansione sugli altri mercati.