Fernando Alonso – Foto Instagram
in foto: Fernando Alonso – Foto Instagram

Mancava solo l'ufficialità, adesso è arrivata anche quella: Fernando Alonso parteciperà alla Dakar 2020 insieme a Toyota. La casa giapponese, infatti, ha presentato il team Gazoo Racing che prenderà parte alla gara che scatterà il 5 gennaio a Gedda (Arabia Saudita) e si chiuderà il 17 gennaio. Assieme al due volte campione del mondo ci sarà Marc Coma, figura di rilievo del mondo Dakar che ha vinto cinque edizioni dell’iconico rally diventando, dopo il ritiro, direttore tecnico della competizione.

Una nuova sfida per Alonso, quindi, che si cimenterà, dopo le esperienze nel mondiale Wec e in Formula 1, anche nella guida sullo sterrato. Sarà la prima volta che un campione del mondo della massima serie del motorsport affronterà il deserto mentre in passato altri piloti di Formula 1 avevano preso parte al rally più famoso del mondo conquistando anche il successo: prima dell'ex ferrarista, infatti, ci hanno provato Jean Louis Schlesser, che ha vinto la Dakar nel 1999 e nel 2000, e Jacky Ickx , vincitore nel 1983 e due volte secondo nel mondiale di F1.

L'arrivo del due volte iridato permetterà così alla Toyota di schierare alla partenza della gara il 5 gennaio quattro vetture, a condurre le altre, infatti, ci saranno Nasser Al-Attiyah, Giniel De Villiers e Bernhard Ten Brinke, tentando di ripetere lo storico risultato del 2019 che ha portato il qatariota a regalare al costruttore giapponese la prima vittoria nella competizione. Un'avventura che Alonso ha già iniziato a preparare e che lo spagnolo, pur conscio delle difficoltà, spera di vincere: sarebbe l'ennesimo trionfo di una carriera già leggendaria ma soprattutto l'ennesima prova della versatilità dell'ex Ferrari, pronto a guidare qualsiasi mezzo in qualsiasi condizioni pur di dimostrare di essere il migliore di tutti i tempi.