Gara-1, la prima delle due manche di 6 ore della 12 Ore di Abu Dhabi, si chiude con la vittoria di classe per Valentino Rossi e il sesto posto nella classifica generale. Il Dottore, che si è alternato al volante della Ferrari 488 GT3 del team VR46 Kessel Racing con il fratello Luca Marini e l’amico e braccio destro Uccio Salucci, è stato il primo dei trio a calarsi al volante, autore di una partenza con qualche esitazione di troppo dalla settima casella dello schieramento che gli ha fatto perdere due posizioni al via. Valentino ha però recuperato in fretta, riprendendosi la posizione e, scalando un’ulteriore piazza quando lo svizzero Rahel Frey ha commesso un errore al volante della Ferrari 488 GT3 del team Iron Lynx. Frey ha però reagito dopo poche tornate attaccando con decisione il pesarese.

Ottimo Marini, vittoria di classe per il team 46 Kessel Racing

È toccato poi a Luca Marini scendere in pista, autore di un grande duello con Roberto Pamparini su Porsche 911 GT3 R del team Dinamic Motorsport e riuscendo a finalizzare anche il sorpasso sull’Audi R8 del team Attempo Racing di Murod Sultanov che gli ha permesso di guadagnare la sesta posizione generale alla conclusione del secondo stint. La buona prestazione della prima parte di gara è stata in parte vanificata dalla fatica a carburare di Uccio Salucci che ha perso il vantaggio sul team Attempo Racing, venendo superato da Mattia Drudi. Al ritorno in pista di Valentino, il pesarese si è ritrovato in sesta posizione dopo il valzer di pit stop, aumentando il margine sugli inseguitori. Il campione di Tavullia, dopo un breve run, ha poi lasciato nuovamente il volante a Marini, bravo a mantenere la sesta posizione nella generale e a conquistare così la vittoria della categoria ProAm.

Valentino Rossi, 40 anni / getty images
in foto: Valentino Rossi, 40 anni / getty images

La vittoria assoluta di gara-1 è andata all’Audi R8 GT3 del team Attempo Racing di Rinat Salikhov, Christopher Mies e Dries Vanthoor iscritta nella categoria GT3 Pro davanti alla vettura gemella di Murod Sultanov, Mattia Drudi e Nicolas Foster. Terzo gradino del podio per la Mercedes AMG GT3 del team HTP Motorsport di Maximilian Goetz, Dominik Baumann e Al Zubair Al Faisal. Tra gli altri protagonisti più attesi, da segnalare la gara in difesa del team Kessel capitanato da Loris Capirossi in squadra con Alexis De Bernardi e Nicola Cadei: 22° posizione in generale per la Ferrari 488 GT3 numero 65 e 5° posto della classe Am.

Alle 14:30 italiane il via di gara-2

L’ordine di arrivo di questa prima manche determina la griglia di partenza di gara-2 che scatterà alle 17:30 ora locale, quando in Italia saranno le 14:30. Come gara-1, anche la seconda manche non sarà trasmessa né in tv né su canali satellitari come ad esempio Sky Sport. Gli appassionati potranno però seguire la diretta live attraverso lo streaming trasmesso dal canale Youtube della 12 Ore del Golfo a questo link. Per il live timing, invece, sarà necessario collegarsi al sito ufficiale della 12 Ore (www.gulf12hours.com).