Sebastian Vettel e Lewis Hamilton – Getty images
in foto: Sebastian Vettel e Lewis Hamilton – Getty images

La gara di Monza, per tutti i team, rappresenta uno degli appuntamenti più importanti della stagione: un tracciato storico quello dove si corre il GP d'Italia considerato il tempio delle velocità e sul quale, almeno una volta in carriera, tutti sognano di tagliare per primi il traguardo. A cercare di spuntarla saranno soprattutto i due piloti della Ferrari che, nella gara di casa, vorranno regalare una gioia al proprio pubblico sfruttando da un lato l'energia positiva di Charles Leclerc, reduce dalla vittoria in Belgio, e dall'altra facendo leva sulla voglia di riscatto di Sebastian Vettel, a secco da 21 GP e voglioso di interrompere il tabù proprio sul tracciato che gli regalò la prima vittoria in Formula 1.

Hamilton e Vettel, gli unici piloti in attività a vincere a Monza

Vincere a Monza, infatti, significa entrare nell'Olimpo della Formula 1. Un privilegio, però, che nel corso della storia è toccato a pochi: a guidare la speciale classifica dei più vincenti sul tracciato brianzolo, infatti, ci sono Michael Schumacher e Lewis Hamilton a quota 5 successi. Proprio l'inglese sarà l'osservato numero 1; dovesse riuscire a tagliare il traguardo per primo, replicando il trionfo della passata stagione, salirebbe a quota 6 diventando il leader assoluto. Ad impedirglielo ci sarà proprio Sebastian Vettel che in carriera ha trionfato 3 volte a Monza e che, con una vittoria, raggiungerebbe Nelson Piquet a quota 4. Curiosamente il britannico e il tedesco sono gli unici due piloti in attività ad aver vinto nel GP d'Italia; dovesse trionfare un outsider, come Leclerc o Max Verstappen, sarebbe una prima volta assoluta.

Sebastian Vettel e Lewis Hamilton – Getty images
in foto: Sebastian Vettel e Lewis Hamilton – Getty images

Per quanto riguarda le pole position, invece, il leader indiscusso è Lewis Hamilton con 6 partenze dal palo e davanti a mostri sacri come Senna e Fangio mentre Vettel è riuscito a siglare il miglior tempo in qualifica in 3 occasioni al pari di Schumacher, Montoya, Clark e Surtees. Un motivo in più, per il tedesco, per cercare di partire con il piede giusto nel weekend più importante dell'anno per la Ferrari pronta a regalare ai propri tifosi la doppietta: le statistiche, in questo senso, sono a favore della Rossa visto che il team di Maranello è quello che ha vinto di più nella storia del GP d'Italia: sono 18, infatti, le affermazioni per il Cavallino che domina la classifica precedendo McLaren con 10 e Mercedes con 7.