Le qualifiche del GP d'Italia finiscono con una coda polemica della quale tutti i protagonisti avrebbero fatto volentieri a meno; nel corso dell'ultimo giro, infatti, a causa di un calcolo errato da parte della maggior parte dei piloti, troppo impegnati a non concedere la scia agli avversari, hanno preso la bandiera a scacchi vedendo così vanificata la possibilità fare un ultimo giro.

Sebastian Vettel – Getty images
in foto: Sebastian Vettel – Getty images

Il rammarico del tedesco dopo il 4° posto

A pagare il prezzo più alto è stato Sebastian Vettel che scatterà quarto dopo aver aiutato il compagno di squadra Charles Leclerc a prendersi la pole position ma rimasto beffato dalla situazione creatasi all'ultimo giro; una beffa per il tedesco, costretto quindi a partire in seconda fila alle spalle delle due Mercedes. Il quattro volte campione del mondo, però, alla fine delle qualifiche, non nasconde il proprio disappunto esprimendo tutta la rabbia:

Sono contento della macchina, ho fatto un ottimo giro e la qualifica è andata bene ma non avevo la scia e questa la differenza tra averla e non averla – ha dichiarato il pilota della Ferrari ai microfoni di Sky –Non abbiamo eseguito quello che avevamo pensato, ma per il team è un buon risultato e vedremo domani. Se fossi partito più avanti sarebbe stato più semplice, ma la situazione è questa; oggi ho fatto un ottimo giro ma nessuno mi ha dato la scia facendo una qualifica in solitaria.

Un messaggio neanche troppo velato alla strategia Ferrari che, alla luce dei fatti, ha penalizzato il tedesco, costretto ora a cercare il recupero in gara scattando dalla quarta casella, ma soprattutto superando in pista entrambe le Mercedes di Bottas e Hamilton che lo precederanno al via: un'impresa non impossibile visto il potenziale mostrato dalla SF90, ma che potrebbe costringere Vettel a stressare troppo gli pneumatici vanificando il passo gara come già successo a Spa-Franchorchamps. Sarà compito di Mattia Binotto mettere a tacere tutte le polemiche facendo concentrare i piloti sulla gara di Monza dove tutti i tifosi Ferrari si aspettano la doppietta.