Un secondo posto in rimonta, ma Sebastian Vettel è il grande sconfitto di giornata: il ritardo di 70 punti da Lewis Hamilton con il quale aveva iniziato il Gran Premio del Messico non poteva certo alimentare sogni di gloria, ma il tedesco era convinto di poter rimandare ancora la festa iridata. Serviva una vittoria che non è arrivata e con il quarto posto ottenuto sul tracciato intitolato ai fratelli Rodriguez l'inglese della Mercedes è riuscito a diventare campione del mondo per la quinta volta in carriera.

Sebastian Vettel si complimenta con Lewis Hamilton – Getty images
in foto: Sebastian Vettel si complimenta con Lewis Hamilton – Getty images

Il tedesco si complimenta con il rivale

Una delusione per il tedesco della Ferrari che, per lunghi tratti della stagione, aveva dimostrato di potersi giocare il titolo con il suo rivale. Gli errori commessi, però, gli sono stati fatali costringendolo ad accontentarsi del secondo posto in campionato. Nonostante il rammarico, però, Vettel ha voluto fare i complimenti a Lewis Hamilton appena sceso dalla vettura:

Titolo meritatissimo per Hamilton, è stato autore di una stagione superba. Mi sarebbe piaciuto lottare più a lungo, sono deluso, ma oggi è il giorno di Lewis. E' stato fortissimo, più forte di me e di noi. Non mi piace perdere, non sono qui per questo. Oggi sono un po' vuoto dentro, non so cosa dire – ha dichiarato ai microfoni di Sky -. E' stato un anno difficile per noi, anche per me; diverso dall'ano scorso e penso che abbiamo tante cose sulle quali migliorare. Ringrazio tutti i tifosi, alla squadra e quelli a Maranello. Promettere ora è difficile ma prometto che darò il 100%. Il titolo costruttori? Ho la possibilità di guidare la macchina dei miei sogni e proverò a prendere più punti possibili  per vincerlo.

Raikkonen: "Il terzo posto è il massimo che potevo ottenere"

A completare il podio, insieme al tedesco, c'è Kimi Raikkonen che completa l'uno-due Ferrari; un risultato, quello della scuderia italiana, che permette al team di Maranello di avvicinare la Mercedes nel campionato costruttori mantenendo aperto il duello. Un piazzamento che consente al finlandese di proseguire la striscia positiva inaugurata negli Stati Uniti, ma che non soddisfa a pieno il campione del mondo 2007: "Oggi le gomme sono durate abbastanza. La posizione è la migliore che potessimo ottenere. Qui e negli Stati Uniti abbiamo ottenuto ottimi risultati, ma vogliamo sempre di più. Ci sono ancora due gare da disputare e cercheremo di fare ancora meglio" sono state le sue parole.