La Williams FW42 – Foto Twitter
in foto: La Williams FW42 – Foto Twitter

La Williams, nonostante un anno disastroso, continua a programmare il futuro: la casa inglese, infatti, ha rinnovato l'accordo che la lega alla Mercedes con la casa tedesca che continuerà a fornire le power unit fino al termine della stagione 2025. Il contratto, in scadenza a fine 2020, permetterà così alla scuderia di Claire Williams di avere una base solida dalla quale partire sperando poi di sviluppare l'auto facendola tornare competitiva nei prossimi anni.

I due partner, insieme dal 2014, proseguiranno quindi fianco a fianco la propria avventura in Formula 1 anche dopo la scadenza del Patto della Concordia e del cambio regolamentare sul quale stanno lavorando da tempo team, Fia e Liberty Media. La fornitura riguarda tutte le componenti della power unit a esclusione del cambio, che la Williams realizza in proprio; una collaborazione che ha consentito alla Williams di concludere al terzo posto nel mondiale costruttori nelle prime due stagioni e ottenere diversi podi, l'ultimo dei quali a Baku con Lance Stroll a chiudere al terzo posto, e che porterà benefici ma non solo dal punto di vista motoristico ma anche da quello dei piloti visto che l'anno prossimo la scuderia di Grove potrà contare ancora su George Russell, giovane di belle speranze che fa parte proprio del vivaio Mercedes.

Soddisfazione, ovviamente, da parte del team principal Claire Williams: "Abbiamo avuto un’ottima partnership con Mercedes-Benz negli ultimi sei anni. Il nostro accordo era di sette anni e siamo lieti di continuare a lavorare con loro per ulteriori cinque stagioni a partire dal 2021. Mercedes-Benz è stata una delle fornitrici di motori di più successo della storia e crediamo possano avere un pacchetto competitivo anche nel futuro. Nel tempo con loro si è sviluppata una vera amicizia e non vediamo l’ora di continuare a lavorare insieme" sono state le sue parole sul sito ufficiale della scuderia. Una partnership, quella tra Williams e Mercedes, che va avanti dal 2014 e che continuerà anche negli anni a venire.