Valentino Rossi non smette di stupire. 39 anni, 9 titoli, 115 vittorie, 228 podi ma soprattutto voglia infinita, entusiasmo e passione che lo hanno portato ad essere la leggenda delle moto da ben 23 stagioni iridate. Un’eccellenza italiana, simbolo del “made in Italy” nel mondo, dalla pista australiana di Phillip Island a quella argentina di Termas de Rio Hondo, il pesarese è capace ancora di far saltare tutti in piedi sul divano e di mandare in estasi un popolo che non è mai stanco di esaltarlo.

Zingarelli 2019 Valentino Rossi

Arriva ora una nuova consacrazione: lo Zingarelli 2019 Valentino Rossi, edizione speciale del nuovo vocabolario della casa editrice Zanichelli di Bologna, proposta in un doppio cofanetto, con vocabolario, la maglietta ufficiale VR46 dal campione di Tavullia con la definizione data dal pluricampione pesarese a una delle parole più vicine alla sua filosofia di vita, la parola velocità. “Ha iniziato a correre da bambino, si è iscritto al linguistico ma non ha finito gli studi. Però si chiama Dottore e comunque una laurea ad Honorem (dall'università di Urbino, in Comunicazione) l'ha portata a casa. Valentino Rossi ha una carriera "culturale" di tutto rispetto, che pochissimi piloti possono vantare – spiegano alla Zingarelli – Troppo spesso si pensa che il vocabolario sia un oggetto destinato agli specialisti; pregiudizi opposti affliggono il mondo del motociclismo, snobbato da chi, magari, al rombo dei motori preferisce la lettura di un buon libro. È ora di superare questi cliché: l’abitante perfetto della società odierna, così complessa e sfidante, è una persona che non pensa più a una cultura a compartimenti stagni, ma osserva, studia, prova curiosità anche per conoscenze che non avrebbe mai pensato di approfondire: sfrutta, insomma, a suo vantaggio la ricchezza esperienziale offerta dal mondo di oggi”.

Edizione limitata

Insomma, uno Zingarelli vestito di giallo fluo e con tanto di Yamaha M1 in sovraccoperta e pronto a sfrecciare insieme al pilota da corsa con il numero 46 (come si definisce lo stesso Rossi su Twitter) in sole 2400 numerate e disponibile dal prossimo 20 maggio nelle migliori librerie e principali store e piattaforme online che, tra l’altro, segue il progetto “Definizioni d’Autore” dove personalità della cultura, della scienza, dello sport e del costume italiani hanno definito voci legate al proprio carattere e lavoro: così “canto” per Mina o “ironia” per Carlo Verdone. E quindi “velocità” per Rossi.  “Il mondo è in piena accelerazione – spiega Valentino – e con esso è in accelerazione anche la lingua, mai stata così in movimento come oggi. Lo Zingarelli rende omaggio, con la sua edizione speciale, sia al mito della velocità in pista che a quello della nostra lingua, dando una veste pop a uno degli strumenti universalmente più utili per la conoscenza del nostro patrimonio lessicale”. Questa la definizione di velocità data dal pesarese:

Lo Zingarelli 2019 Valentino Rossi
in foto: Lo Zingarelli 2019 Valentino Rossi

Velocità. Comporta movimento. Del riflesso, del pensiero, dell'attenzione, del gesto. Genera vantaggi, libidini, un pizzico di rischio, un piacere esclusivo. Il piacere di guadagnare qualcosa per raggiungere qualcosa. Un traguardo, un compimento.

Velocità come eliminazione dei tempi morti, del tempo perduto, della noia, talvolta. Velocità come sistema di vivere, di vincere, di stare al mondo, essendo il mondo in piena accelerazione.

È una aspirazione e, spesso, una scelta, oppure una attitudine che amplifica sensazioni, reazioni, gusto. La velocità costringe a una cura adatta, a una capacità specifica, altrimenti comporta un errore, una caduta, un rimpianto.

Ci vuole testa e fisico, per la velocità. Quella padronanza che permette di apprezzare la lentezza, quando essere veloci non serve affatto.